Primo Dpcm dell’era Draghi: restrizioni e regole fino al 6 aprile

News
Articolo di , 25 Feb 2021

Il primo Dpcm dell’era Draghi è pronto. A breve, le nuove misure adottate dal Presidente del Consiglio in carica Mario Draghi per contrastare la pandemia di Covid-19 saranno confermate. Una lista di restrizione e regole da rispettare a partire dal 6 marzo – entrata in vigore effettiva del Dpcm – fino al 6 aprile 2021. Dureranno dunque, almeno fino a Pasqua, con la speranza di poter alleggerire i divieti dopo le festività. Il “liberti tutti” appare ancora lontano e troppo pericoloso, visto l’andamento della curva epidemiologica che non accenna a scendere. L’allarme varianti, ancora imprevedibili, non permette un allentamento delle misure secondo il Ministro della Salute, Roberto Speranza.

 

Zone e spostamenti nel nuovo Dpcm 

 

Le novità principali del primo Dpcm Draghi cominciano con l’istituzione di “nuove zone”: in particolare, parliamo della zona arancione scuro, che va ad aggiungersi a quelle già stabilite. La regione arancione scuro prevede un rafforzamento delle misure di contenimento, come la circolazione limitata. Accolta, inoltre, la richiesta delle Regioni sull’adozione di una tempistica diversa per l’esame di dati, ordinanze, decorrenze. Le decisioni prese dai vertici saranno comunicate con il dovuto anticipo, così da dare l’opportunità a bar, ristoranti, lavoratori di poter correre ai ripari senza brutte sorprese dell’ultimo minuto.

 

Gli spostamenti saranno regolati secondo nuovi criteri: confermato il divieto di spostamento tra regioni fino al 27 marzo, ma cambiano le regole per poter accedere alle seconde case. Chi vive in fascia gialla e in fascia arancione può andare nelle seconde case anche se si trovano fuori regione. Non si può invece andare in una seconda casa che si trova in fascia «arancione scuro» e in zona rossa. Chi vive in fascia «arancione scuro» e in zona rossa non può uscire dal comune di residenza e dunque non può andare nelle seconde case, anche se si trovano in fascia gialla o in fascia arancione.

La riapertura di bar e ristoranti anche la sera in fascia gialla è slittata a data da definirsi. Il dibattito con il Ministro della Cultura Dario Franceschini per la ripresa degli spettacoli dal vivo e la riapertura dei cinema è invece ancora in ballo, mentre il comparto spettacolo attende speranzoso. Slitta anche la riapertura di piscine e palestre, considerata ancora prematura.

 

La Ministra Maria Stella Gelmini, dopo l’incontro di stamane con i vertici, ha  affermato che le norme entreranno in vigore dal lunedì. Non più, dunque, dalla domenica, come era stato finora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...