Ponticelli, quartiere della street art

Ponticelli, quartiere della street art
Vota questo articolo

Sabato 11 giugno tour guidato al Parco Merola, ormai noto come il Parco dei Murales.

Ponticelli torna a far parlare di sé e lo fa con una bella iniziativa. Dopo il successo del primo tour organizzato ad aprile, sabato 11 giugno INWARD ed Econote ripropongono l’appuntamento alla scoperta del Parco Merola a Ponticelli, ormai noto come il Parco dei Murales.

Napoli Est è una zona che di recente è stata al centro di un grande progetto di riqualificazione urbana e rigenerazione sociale. Quattro grandi murales spiccano prepotentemente sulle palazzine popolari di questo quartiere bistrattato e dimenticato, per troppo tempo lasciato al controllo della criminalità organizzata. Un messaggio di speranza e un segnale di legalità lanciati attraverso la street art, una delle forme d’arte più comunicative e di maggiore impatto.   

Quattro grandi opere che immortalano sulle mura l’anima del quartiere. “Ael, tutt’egual song e’criature” di Jorit rappresenta la bambina rom diventata simbolo dell’infanzia di periferia. Il tour proseguirà con gli altri magnifici e giganteschi murales: “A pazziella ’n man’e criature” di Zed1, “Chi è vulut bene, nun s’o scorda” di Rosk e Loste e l’ultima opera realizzata, il murales di Mattia Campo dell’Orto.



Comments to Ponticelli, quartiere della street art

  • Ragazzi, non si dice murales per il singolare ma murale !
    Ciao…

    luisa 9 novembre 2016 0:46 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu