Piazza Plebiscito cambia volto: arrivano bar e ristoranti!

Fabio Avallone
Piazza Plebiscito cambia volto: arrivano bar e ristoranti!
Vota questo articolo

Il porticato della piazza più bella e famosa di Napoli verte da tempo in stato di semi abbandono. Molte delle botteghe che storicamente ne occupavano i locali hanno chiuso i battenti e in molti auspicavano una soluzione innovativa che consentisse di ridare vita alla piazza.

Il bando indetto qualche tempo fa dal Comune finalmente si è concluso e così sono state rese note le assegnazioni. Artigianato locale, Presepi napoletani, naturalmente un bar e una pasticceria sono alcuni dei progetti vincitori che avranno in locazione per 6 anni i locali che affacceranno su Piazza Plebiscito.

In tutto sono stati assegnati 6 degli 8 locali. Per gli altri due non sono stati presentati progetti e dovrà essere rinnovata la procedura per l’aggiudicazione. Dei 6 locali assegnati, cinque sono ubicati sotto il colonnato della Basilica di San Francesco di Paola, l’altro nella adiacente piazza Carolina.

La bottega di artigianato sarà gestita dall’associazione artistico-culturale «Terramiart», un altro locale è stato assegnato a «Pastamore e Chiatamone», ristorante di cucina napoletana in via Chiatamone, mentre Maurizio Riccio, artista napoletano, utilizzerà il locale a lui assegnato per esporre gli oggetti d’arte ed i presepi che crea da anni.

Nei civici 11 e 12 sorgerà il Gran Caffè Marika, che accanto alla somministrazione di alimenti e bevande prevede anche l’esposizione di artigianato locale. Di fianco, al civico 14, si insedierà il Pastificio Altamura, con una pasticceria che si promette innovativa. Il locale di Piazza Carolina, invece, ospiterà una trattoria.

La procedura è stata resa possibile dall’intesa raggiunta tra Comune di Napoli, Curia Arcivescovile, Provveditorato alle opere pubbliche, Soprintendenza ai Beni architettonici di Napoli e provincia e Agenzia del Demanio, con l’intervento della Direzione centrale per l’amministrazione del Fondo edifici di culto, proprietario dei locali sottostanti il colonnato della Basilica.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu