Vortice polare, temporali e gelo su Napoli. L’avviso dei meteorologi

Grande Napoli
Vota questo articolo

La configurazione meteorologica appare estremamente dinamica tanto che dopo la perturbazione intensa di Lunedì e dopo una brevissima pausa più asciutta Martedì, ecco che Mercoledì la situazione cambierebbe nuovamente: anche questa mattina il Centro Europeo per le previsioni a medio termine mostra scenari davvero invernali per la prossima settimana, con neve a più riprese fino in pianura; e non è del tutto escluso che la “dama bianca” possa tornare ancora una volta a fare capolino sulla costa ligure.

 

Ma andiamo a osservare nel dettaglio cosa accadrà tra il 30 e il 31 Gennaio.

Mercoledì il tempo risulterebbe già fortemente perturbato su gran parte del Paese. Oltre alle piogge e ai temporali, sarà soprattutto la neve a creare i maggiori disagi. Forti nevicate, una veloce bomba di neve è infatti prevista su molte aree del nord fino alla pianura padana.

 

Imbiancate sarebbero le città diMilano, Trento, Bolzano e fino a Bologna con quantitativi importanti e conseguenti problemi alla circolazione stradale; fiocchi potrebbero cadere tra il pomeriggio e la sera di Mercoledìanche sulla città di Genova.

 


Precipitazioni a carattere nevoso potrebbero cadere a quote collinari anche al Centro, copiose sui monti del Lazio e della Campania, regioni dove si avranno forti rovesci ed intensi temporali; non andrà meglio sulla Sardegna, con acquazzoni soprattutto sulle province meridionali e nevicate sopra 500 metri di quota. Situazione un po’ più tranquilla invece nel sud della Puglia e l’area ionica.

In questa frangente le temperature torneranno a calare sotto lo sferzare di forti venti di Maestralesulla Sardegna e di raffiche di Bora al Nord.

Ma non è finita qui: da Venerdì 1° Febbraio, è atteso un nuovo peggioramento delle condizioni meteo con il ritorno di nuove nevicate a quote molto basse sulle regioni settentrionali.
Insomma, ci apprestiamo a vivere una settimana con perturbazioni invernali a raffica: vi invitiamo a seguire con attenzione i prossimi aggiornamenti.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu