La pastiera napoletana, la ricetta speciale dello chef Antonino Cannavacciuolo

Grande Napoli
La pastiera napoletana, la ricetta speciale dello chef Antonino Cannavacciuolo
Vota questo articolo

Ecco tutti i trucchi per preparare una pastiera davvero speciale. I segreti dello chef Cannavacciuolo

La pastiera è un must della cucina napoletana. Ogni famiglia ha la propria ricetta, ma che male c’è nel variare quest’anno? Per tutti gli appassionati di cucina vi proponiamo la speciale ricetta della pastiera dello chef napoletano Antonino Cannavacciuolo. Ecco tutti i trucchi per preparare una pastiera da 2 stelle michelin!

 

Ingredienti per 4 persone

Procedimento A

  • 300 g di grano cotto
  • 200 ml di latte
  • 1 cucchiaino di strutto
  • la scorza di 1 limone di Sorrento
  • la scorza di un’arancia

 

Procedimento B

  • 350 g di ricotta di bufala fresca
  • 300 g di zucchero
  • 4 uova intere
  • 3 tuorli
  • un pizzico di cannella in polvere
  • 150 g di arance e cedri canditi a cubetti
  • 5 gocce di aroma di fiori d’arancio
  • 500 g di pasta frolla

 

Preparazione

In una pentola cuocete a fuoco bassissimo gli ingredienti del procedimento A come una crema, mescolando di tanto in tanto per circa 30 minuti. Spegnete e conservate a temperatura ambiente eliminando le scorze degli agrumi.

Montate gli ingredienti del procedimento B in una planetaria o con lo sbattitore elettrico.

Unite i due composti aggiungendo anche i canditi e l’aroma di fiori d’arancio. Foderate una tortiera con la pasta frolla, lasciandone un po’ da parte, e riempite con il composto ottenuto. Con la pasta frollarimasta formate delle strisce e intrecciatele sulla superficie della torta; cuocete in forno a 190 °C per circa un’ora. Controllate con uno stecchino di legno la cottura interna della pastiera.

A cottura ultimata, spegnete il forno e lasciate rassodare a forno socchiuso per almeno un’ora e 30 minuti. Quando la torta è raffreddata, sformatela con attenzione e servite a temperatura ambiente.

Il consiglio

La ricotta di bufala deve essere freschissima. La pastiera andrebbe conservata a temperatura ambiente per non più di 4 giorni. Se la conservate in frigorifero, servitela comunque a temperatura ambiente per far esprimere al massimo il suo aroma. Usate un’ottima qualità di aroma di fiori d’arancio e non esagerate nell’uso, per non rischiare di ottenere un gusto stucchevole.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu