Palazzo De Liguoro, edificio storico del Rione Sanità

Palazzo De Liguoro, edificio storico del Rione Sanità
Vota questo articolo

 

Il Palazzo De Liguoro, sito in via Oronzio Costa 5, è un edificio monumentale di origine cinquecentesca, trasformato nella seconda metà del XX secolo da un’opera di restauro che ne ha cancellato le decorazioni originarie. Nonostante ciò è possibile ancora oggi ammirare il portale in piperno che presenta eleganti semicolonne corinzie scanalate che poggiano su piedistalli, oltre al cortile interno in cui è presente un loggiato coevo alla fondazione dell’immobile.

 

Questo edificio storico ha un legame con il Palazzo dello Spagnuolo ai Vergini, datato 1738 e caratterizzato da una scala a doppia rampa, diventato uno dei simboli architettonici di Napoli. In entrambi i palazzi, come si evince da un mandato di pagamento del 22 dicembre del 1724, è stato utilizzato lo stesso tipo di piperno per costruire la facciata, materiale che fu richiesto a Nicola Saggese, stesso fornitore dell’architetto don Ferdinando Sanfelice. Quest’ultimo fu uno degli architetti più creativi del Settecento napoletano, noto proprio per la costruzione degli scaloni aperti in stile barocco.

 

Il Palazzo De Liguoro (cognome che in origine finiva con la -i, per poi essere trasformato in -o alla metà dell’800), si trova di spalle al Palazzo Sannicandro, il cui ingresso principale è posto di fronte al Santuario di Santa Maria della Stella. Tale edificio fu ribattezzato Palazzo Sant’Alfonso in quanto fu ereditato da Francesco De Liguoro, principe di Presicce e cugino di Francesco De Liguoro, padre di Sant’Alfonso Maria de’Liguori.

 

All’interno dell’edificio abita una discendente diretta di Sant’Alfonso, Paola de’ Liguoro di Presicce, detta “principessina”, la quale ha deciso di aprire la propria casa ad associazioni giovanili che si occupano di teatro, cultura e musica, nell’ottica di una promozione culturale volta alla valorizzazione del quartiere e del fermento artistico che sempre più si diffonde tra i ragazzi delle zone popolari della città. In tal modo si cerca di risollevare il Rione Sanità da uno stato di degrado, partendo proprio dai giovani.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu