O’Cardalana: un mestiere scomparso, ma vivo nella memoria

Napoletanità
Articolo di , 26 Ott 2017

 

La nostra città è stata nel tempo teatro di tanti uomini e donne che si dedicavano alla pratica di mestieri  molto particolari e che ormai oggi non esistono più, ma che restano vivi  nella memoria delle generazione dei nostri padri e dei nostri nonni che li hanno conosciuti.

 

Uno di questi mestieri, che nonostante non viene più praticato da anni, ma che molti ancora ricordano con tanta nostalgia è sicuramente o’ materazzaro o nell’accezione più famosa de o’ cardalana.

Un artigiano a domicilio

O’Cardalana era colui che attraverso l’uso di uno strumento rudimentale chiamato lo  scardasse, aveva il compito di mettere a posto l’imbottitura di lana presente  nei cuscini e nei materassi per rendere questi ultimi più soffici e confortevoli.Questo speciale strumento composto da due parti chiodate, una fissa e un’altra mobile, veniva usata per allargare la lana adagiata subito dopo essere stata lavata e fatta asciugare.

 

O’Cardalana, non aveva una sua bottega ma lavorava a domicilio, veniva chiamato  per questi delicati interventi che venivano eseguiti a volte direttamente nelle case, talune volte  in strada perchè la  questo processo di lavorazione della lana,produceva una polvere talmente fitta  da rendere l’aria della casa davvero irrespirabile.

 

Chi ricorreva al Cardalana erano però le famiglie più benestanti napoletane, che potevano pagare le doti artigiane di questo signore. Le famiglie invece che vivevano in condizioni più umili, non potendo pagare o cardalana, facevano tutto da se, nessun escluso sia gli adulti che i bambini anche quelli piccoli  avevano il compito di stendere ed allargare la lana interamente con le mani, perchè  si sa quando le risorse  materiali mancano per i napoletani c’è sempre l’arte di arrangiarsi.

O’Caradalana oggi

 

Questo mestiere è andato a scomparire nel tempo e questo sicuramente da quando la politica dell'”usa e getta” ha iniziato a radicarsi nelle nostre usanze. Se infatti in passato, i materassi la mobilia, lo stesso corredo,  veniva tramandato di madre in figlia e quindi andava preservato in un certo modo, oggi ognuna fa per se. Pensare dunque nell’era moderna alla presenza di un mestiere come questo, non avrebbe veramente senso, oggi se un materasso si lacera si pensa subito ad acquistarne un altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...