‘O laccetto a Napoli: non un piccolo laccio, ma un oggetto di valore

Che cos'è 'o laccetto e in quale occasione viene scelto nel napoletano?

Tradizioni e Curiosità
Articolo di , 23 Mag 2023
2331

La lingua napoletana non è un semplice dialetto.

È una lingua a tutto tondo, con un assetto complesso ed esteso e una individualità estremamente precisa e singolare.
È peculiare e caratteristica proprio come la città dalla quale è nata e della cui natura si fa carico ogni giorno, di labbro in labbro, di bocca in bocca, da un cittadino napoletano a un altro.
Vaga per le vie di Napoli in ogni momento della giornata e in tutti i giorni dell’anno, facendosi portatrice della storia del capoluogo campano in ogni suo dettaglio e mantenendola in questo modo estremamente viva grazie a ogni singola espressione che viene pronunciata e ripetuta.

"Chi me vò bene appriesso me vene. Chi me vò male..."?

È così che, oltre a restare attuale e nota a tutti, continua a estendersi, accogliendo al suo interno nuovi modi di dire, nuove frasi partorite dalle ultime generazioni e abbracciate calorosamente anche da quelle che le precedono.
E così il nuovo si mescola col vecchio, talvolta anche contaminandolo, mentre continua però a preservare un rispetto reverenziale, contraccambiato da un’accoglienza calorosa.

In questo modo nella lingua napoletana riescono a coesistere pacificamente termini che non hanno una storia alle spalle, essendo appena nati, e vocaboli che ne hanno una lunga quanto un albero genealogico.
A quest’ultima tipologia appartiene il lemma al centro di quest’articolo. Si tratta di laccetto.

‘O laccetto a Napoli

‘O laccetto, declinato anche in o laccettino, è un termine napoletano che non vuole indicare un piccolo laccio. Il laccetto napoletano è in realtà la collana. Più precisamente, ‘o laccetto è la collana d’oro.

Il laccetto è il classico dono che i familiari sono abituati a comprare per un festeggiato che è intento a celebrare un sacramento religioso. In occasione di un battesimo o di una comunione, infatti, nel napoletano si è sempre stati soliti donare una collana d’oro, un omaggio che il cristiano potesse usare crescendo, ma, soprattutto, un presente che non perdesse mai valore. Il mercato dell’oro, infatti, per quanto non privo di movimenti come qualsiasi altro mercato, non è uno di quelli per i quali è possibile una discesa vertiginosa, ma piuttosto uno di quelli il cui investimento cresce sempre con certezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...