Non solo Napoletano: la mappa dettagliata di tutti i dialetti campani

Non solo Napoletano: la mappa dettagliata di tutti i dialetti campani
Vota questo articolo

 

In Campania si parla un’ampia varietà linguistica, dal Napoletano al Salernitano, dal Procidano all’Amalfitano e tanti altri. Una mappa dettagliata delle varietà linguistiche e dialettali parlate nella nostra regione è visibile sul sito Sb Language Maps, dove sono presenti le mappe di tutto il mondo. Quella italiana spicca tra tutte per la ricchezza di parlate locali, in particolare nell’area campana, dove si riscontra una gamma di dialetti varia e articolata. In base alla geolocalizzazione, il Napoletano puro risulta essere parlato solo nell’area cittadina e nelle zone limitrofe, mentre intorno si parlano il Torrese, il Sarnese, il Nolano, il Marcianisano e il Montesarchiese.

 

La mappa è suddivisa in macro e micro aree, ben visibili grazie all’ausilio di colori differenti: tra le prime rientrano il Mondragonese-Sessano, il Benevantano, l’Irpino e il Cilentano, mentre tra le altre si annoverano l’Ischitano, il Foriano, l’Agropolese, il Caprese, il Sorrentino, il Telesino e l’Arianese.

 

Si ricorda, infine, che in provincia di Avellino persiste ancora una comunità che parla la lingua arbëreshe, una varietà linguistica proveniente dal sud dell’Albania (tosk) da dove ha avuto origine in massa la diaspora. Gli arbëreshë, discendenti delle popolazioni albanesi che migrarono dall’Albania, dall’Epiro e dalle numerose comunità albanesi della Morea verso l’Italia Meridionale e insulare, sono circa 100.000 persone.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu