Non ci resta che ricordarlo. Massimo Troisi.

Arte e Cultura
Articolo di , 19 Feb 2009

 

 

Oggi la storia porta il nostro ricordo ad un grande personaggio che ci ha fatto ridere e divertire tantissime volte, Massimo Troisi. Nel giorno del suo compleanno non possiamo non ricordare un personaggio che ha fatto la storia del cinema italiano, con una semplicità ed una comicità uniche.

 

Ricordiamo tutti ancora il 4 giugno 1994, su Napoli calò un velo di tristezza, era scomparso il grande attore Massimo Troisi.
Ancora oggi non passa minuto che qualcuno a Napoli non lo ricordi con una sua battuta o con uno dei suoi film: Il postino, Pensavo fosse amore invece era un calesse, Il viaggio di capitan fracassa, Che ora è?, Splendor, Le vie del signore sono finite, Hotel Colonial, Non ci resta che piangere, Scusate il ritardo, No grazie il caffè mi rende nervoso, Ricomincio da tre.

 

« Comm’aggio accuminciato? Ecco… io ero ‘nu guaglione… ero andato a vedere un grande film. Si trattava di Roma città aperta, chillu grande lavoro di Rossellini. Me n’ero uscito d’o cinema con tutte quelle immagini dint’a capa e tutte quante le emozioni dentro. Mi sono fermato ‘nu mumento e m’aggio ditto… “Massimo, da grande tu devi fà ‘o geometra” »
(Massimo Troisi)
« Con lui ho capito tutta la bellezza di Napoli, la gente, il suo destino, e non m’ha mai parlato della pizza, e non m’ha mai suonato il mandolino. »
(Roberto Benigni)

 

Massimo Troisi (San Giorgio a Cremano, 19 febbraio 1953 – Ostia, 4 giugno 1994) è stato un attore, regista e sceneggiatore italiano. Candidato all’Oscar 1996 come miglior attore protagonista nel film Il postino.

Ha saputo esplorare le tradizioni napoletane seguendo le orme linguistiche ed artistiche di Eduardo De Filippo e Totò, ma rinnovandole con contenuti e capacità recitative del tutto originali.

Scompare prematuramente, a 41 anni, per un fatale attacco cardiaco, conseguente a febbri reumatiche di cui soffriva sin dall’età di 12 anni.

 

Ad oggi è sicuramente uno degli attori più ricordati ed amati di sempre. Alla sua figura è legata la spontaneità naturale, mostrata sempre davanti la macchina da presa. Dopo il primo anno della sua morte, a San Giorgio a Cremano è stato istituito un premio in sua memoria, il Premio Massimo Troisi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...