Natale con la crisi: come risparmiano i napoletani per cenone e regali?

Grande Napoli
Natale con la crisi: come risparmiano i napoletani per cenone e regali?
Vota questo articolo

Sarà un Natale all’insegna del risparmio. Ecco quanto spenderanno i napoletani per queste feste

Periodo di crisi? A vedere le statistiche per le spese delle feste natalizie pare proprio di si, ma quanto sono disposti a spendere i napoletani per cibo e regali?. Ebbene, rispetto allo scorso anno, si spenderà il 7 % in meno per i generi non alimentari e il 3 % in meno per il cenone di Natale. È la fotografia scattata da Federconsumatori. «Basta girare per le strade per capire che saranno feste diverse – dice Rosario Stornaiuolo, presidente regionale dell’associazione – non c’è un’atmosfera natalizia. Pochi addobbi e negozi vuoti. La crisi economica peserà tantissimo sui consumi».
Sempre secondo Federconsumatori sarà un Natale passato a casa con i cari, dove ognuno porterà qualcosa da econdo una ricerca dell’associazione dei consumatori ci sarà la riscoperta dei dolci natalizi fatti in casa a discapito di quelli preconfezionati: «Si riscopriranno le vecchie ricette dimenticate nei cassetti».

Si punterà molto sui prodotti nostrani come conferma anche Coldiretti: con il cibo e il vino che sono tra i più apprezzati regali di Natale, in quasi quattro famiglie su dieci, sotto l’albero trovano spazio i tradizionali cesti con i prodotti enogastronomici tipici, già confezionati o fai da te, da consumare nei pranzi e cenoni delle feste insieme a parenti e amici. Se si spenderà poco per i cenoni, si annuncia, sempre secondo Federconsumatori, anche il crollo dei regali: «Saranno limitati ai bambini e si punterà su capi di abbigliamento necessari o sul materiale didattico».

La stima delle spesa per i classici doni di Natale è intorno ai 110 euro a famiglia.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu