Natale in zona rossa: allo studio da parte del Governo le misure per un nuovo DPCM

Valentina Cosentino

Stando alle ultime indiscrezioni che circolano,  il Governo dovrebbe a breve decidere sulle misure per i giorni festivi.

 

Potrebbe non cambiare nulla per il weekend 19 – 20 Dicembre quando tutte le regioni dovrebbero passare in zona gialla (fatta eccezione per l’Abruzzo), salvi quindi gli spostamenti per chi ha approfittato dell’ultimo weekend prima della stretta prevista dal DPCM del 3 Dicembre.

 

Quindi negozi aperti, ristoranti e bar con possibilità di consumazione al tavolo ovunque ci sia la zona gialla: al ristorante a pranzo ( tavoli con non più di quattro persone) e al bar fino alle 18. Stesso regime vale per i giorni dal 21 al 23 Dicembre fatta eccezione per gli spostamenti tra regioni.

 

Tutto fermo dunque anche all’interno del proprio comune, impossibile recarsi da parenti e amici per cena e pranzo di Natale che potrebbe essere limitato solo ai conviventi o al massimo a uno o due congiunti stretti.

 

Misure da zona gialla ancora per i giorni dal 28 al 30 Dicembre, quindi riapertura di bar e ristoranti con le regole già note per le zone gialle. Fermo il divieto di spostamento tra le regioni.

 

Nuovo rigore dovrebbe essere imposto invece per i giorni dal 31 dicembre al 3 Gennaio con il ritorno alla zona rossa del 23 – 27 dicembre.

 

Dal 4 al 6 Gennaio regole da zona gialla per tutti (fatto salvo sempre l’Abruzzo se dovessi confermarsi la zona arancione).

 

Un calendario complesso che vuole mettere una stretta decisa a chi pensava di poter in qualche modo aggirare le regole già rigide imposte con il DPCM del 3 Dicembre. A breve conosceremo le decisioni finali del Governo.

 

Fonte: Repubblica.it



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu