A Scampia nasce il Ristorante Solidale: la cena per tutti costa un euro

Eliana De Leo
A Scampia nasce il Ristorante Solidale: la cena per tutti costa un euro
Vota questo articolo

Da domani, la città di Napoli non sarà “soltanto” la patria del caffè e della pizza sospesi, o del mangiar bene a prezzi modici. Si aggiunge al novero delle iniziative sociali, dei gesti di empatia e solidarietà nei confronti di chi è più svantaggiato, che nascono nella nostra città, anche “Il Ristorante Solidale”.

Inaugura domani, infatti, a Scampia il ristorante che, al prezzo simbolico di un euro, offre un pasto completo a ben 120 persone.

Probabilmente è riduttivo parlare di una cena sociale, è più che altro una piccola festa che una volta al mese, almeno per i primi tempi nella fase di avvio delle attività, affronta un tema gastronomico differente e ispirato alla nostra cucina tradizionale. Per la serata inaugurale di domani, infatti, si celebra sua maestà il pomodoro! Il menù prevede fusilli, polpette al sugo e tanto altro: grandi classici che piacciono sempre, ad adulti e bambini. Ai fornelli Pino Catuogno, chef e presidente dell’associazione Le Vele, motore dell’iniziativa, che con altre realtà associative: Abili Oltre, Fondazione A Voce d’e Criature, associazione Stefano Jovele, comunità di Sant’Egidio, Camminare Insieme ed il Centro MaMu, ha deciso d’intraprendere quest’avventura di concerto con la ChiPa group di Pasquale Chiappetti che ha acquisito l’ex-area del mercatino rionale ai piedi della Vela Rossa nel 2007, e che, con sacrificio e caparbietà, sta riprendendo un po’ alla volta.

 

Nel corso della serata, si presterà ai fornelli anche don Luigi Merola, partecipe alle attività con la sua fondazione, ci sarà un momento “didattico” di racconto della storia del pomodoro, delle sue infinite declinazioni nella cucina ma, si è parlato di festa e non c’è festa senza musica, a pensarci sarà la giovanissima classe di Tammorra del centro MaMu, coordinata da Barbara Lombardi.

Con l’associazione Le Vele e grazie a queste cene, vorremmo non soltanto diffondere un messaggio di consapevolezza sul cibo e sulla dieta mediterranea, vorremmo associare impegno e animazione sociale, un domani, vorremmo coinvolgere produttori, agricoltori, per informare soprattutto i ragazzi del territorio, appassionarli e creare anche noi, qui, degli orti urbani, delle autoproduzioni. Se riusciamo a fare di questo luogo un punto di riferimento ed aggregazione aspiriamo a creare anche nuovi posti di lavoro per i ragazzi di Scampia” sono queste le parole piene di entusiasmo di Pasquale Palladino dell’associazione Le Vele, mentre ci racconta dell’idea del Ristorante Solidale che è già speciale  ma che porta con sé valori e aspirazioni ancora più grandi.

 

Il cibo, lo sappiamo tutti, è condivisione. Il riunirsi a tavola è un’occasione di confronto e aggregazione. Il Ristorante Solidale rappresenta un primo, importante tassello per il territorio, per le associazioni coinvolte, per rilanciare un pensiero positivo di vita solidale ad ampio spettro, non soltanto per il rilancio di circa duemila metri quadri di ex-area mercatale, altrimenti dismessa, ma per un arricchimento personale di tutti coloro che avranno il piacere di prendervi parte, d’incrociare la propria strada col suo cammino, anche solo per il tempo di una cena.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu