Napoli tappa del viaggio di Stanley Tucci: è boom negli USA

stanley-tucci-searching-for-italy
Maurizio Guariniello

Un successo alla CNN per “Stanley Tucci: Searching for Italy“: 6 puntate in cui Stanley Tucci viaggia in Italia, da Milano al sud, mosso dalla sua passione per il food & beverage.

Il canale televisivo ha annunciato il sequel con la seconda stagione dopo la messa in onda dei soli primi 2 episodi.

 

Un documentario itinerante.

Che è anche un ritorno alle proprie origini, visto che i nonni dell’attore americano sono di origine calabrese.

 

Un caratterista di successo, Tucci, che ha dimostrato nel tempo grande adattabilità a differenti ruoli, supportato da una fisicità e da un’ironia che sono parte integrante del suo talento. E che è stato interprete di pellicole di successo, quali “Amabili resti” e “Il diavolo veste Prada”.

 

Da Milano a Bologna, da Roma a Napoli, alla scoperta delle specialità locali. Non soltanto di chef stellati italiani, ma anche della tradizione, con piatti tipici come risotto alla carbonara, pasta al ragù e bolognese.

 

Ed è proprio a Napoli che il protagonista approda, raccontandone l’originalità (“Qui le persone fanno le cose a modo loro”), l’energia paragonata a quella di New York, l’eleganza che ricorda New Orleans, e gli oltre 3.000 anni di storia che la contraddistinguono.

Un racconto ingaggiante, memorabile e capace di veicolare gli elementi di valore del capoluogo campano.

 

Tucci ha anche scritto 2 libri di cucina, oltre ad aver ideato e realizzato durante il lockdown una web-serie su Instagram dove si proponeva come bar tender intento nella preparazione di cocktail.

 

Attore poliedrico, quindi, ed anche un po’ “influencer” nel food.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu