Napoli: si potrà accedere alle spiagge libere prenotando con una App del Comune

Paola Palmieri

Accesso alle spiagge libere tramite App del Comune

 

Quest’estate per potere andare al mare e accedere alle spiagge libere di Napoli,  bisognerà prenotare tramite una App del Comune.

 

A coloro che prenotano sarà rilasciato un codice, inoltre non si potranno effettuare prenotazioni multiple dello stesso nominativo per più spiagge e bloccare prenotazioni successive di chi dopo prenotato magari non si presenti togliendo la possibilità ad altri di accedere. Dal lido Mappatella della Rotonda Diaz, alla spiaggia di Bagnoli, alla Colonna Spezzata, l’applicazione del Comune permetterà di regolamentare l’accesso alle spiagge libere comunali. L’App utilizzata sarà quella con cui il Comune già usa per le prenotazioni di concerti, visite guidate e eventi.

 

Felice Balsamo, informatico dello staff del sindaco Luigi de Magistris spiega: “Ai prenotati, sarà rilasciato un apposito codice, e l’elenco giornaliero degli accessi sarà inviato anche ai gestori dei lidi confinanti, nel caso in cui per accedere agli arenili comunali bisogna attraversare quelli privati. Il sistema, di tipo centralizzato, è organizzato in modo tale da evitare prenotazioni multiple dello stesso nominativo per più spiagge e bloccare prenotazioni successive di chi, dopo aver prenotato, non si presenti impedendo, con le attuali regole, l’accesso ad altri”. Francesco Vernetti: “Si tratta di una proposta della commissione Mare del Comune di Napoli, sulla scorta dell’App che si sta preparando per l’accesso ai siti culturali, come il Maschio Angioino”.

 

Il Comune di Napoli sta preparando anche il piano per l’estate, quello per le spiagge pubbliche di solito inizia a metà giugno, quest’anno il sindaco Luigi de Magistris ha annunciato anche la possibilità di allestire delle pedane solarium sugli scogli del Lungomare.

 

Salvatore Iervolino  il dirigente del Servizio Tutela del mare ha speigato:  “L’emanazione in ritardo dell’ordinanza regionale per gli stabilimenti balneari a causa del Coronavirus,  ha rallentato la predisposizione del piano organizzativo comunale, che è comunque in via di elaborazione e sarà a breve portato in Giunta per l’approvazione. In esso sono contenute le linee guida per l’accesso e l’utilizzazione delle spiagge di competenza comunale e anche la previsione di una collaborazione con le associazioni del Terzo Settore per quanto riguarda il controllo degli accessi. È fondamentale, comunque, la responsabilizzazione e l’informazione degli utenti, ai quali sarà dedicata un’adeguata cartellonistica con tutte le notizie utili. Resta ancora da gestire la questione degli accessi alla spiaggia dei condomini privati e il controllo delle norme sul distanziamento sociale e sull’uso delle mascherine, temi che saranno trattati in una riunione nei prossimi giorni con la partecipazione delle Forze dell’ordine e delle associazioni”.

 

(Fonte Fanpage.it)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu