Napoli: Sant’Anna dei Lombardi, un tesoro restituito alla città

Valentina Cosentino
Napoli: Sant’Anna dei Lombardi, un tesoro restituito alla città
Vota questo articolo

 

Il complesso monumentale di Sant’Anna dei Lombardi ha riaperto nei giorni scorsi l’ipogeo che si aggiunge al già ricco percorso di visita della storica chiesa.

 

L’ipogeo, posto al di sotto del coro, è composto dalla cosiddetta Cripta degli Abati dove trovavano posto i sedili di pietra per la “scolatura” dei corpi, e sopra di questi delle incredibili teche con i resti di personaggi illustri.

 

L’ipogeo è famoso nella tradizione e nella storia della città perché legato alla leggenda che qui erano conservate le spoglie del marchese Bernardo Tanucci che fu uomo di fiducia e amministratore del Regno durante i regni di Carlo III e Ferdinando IV di Borbone.

 

Il suo corpo sarebbe conservato all’interno di una seconda cavità, posta al di sotto della prima e non ancora visitabile,  accessibile attraverso un pozzo profondo circa 15 metri.

 

Il merito del recupero di questo importante tesoro va al Comitato di Gestione delle Arciconfraternite Commissariate, presieduto dal Sac. Salvatore Fratellanza.

 

Il complesso monumentale è visitabile dal lunedì al sabato dalle 9:30 alle 18:30, domenica solo su prenotazione per gruppi, l’ipogeo sarà aperto sabato 22 e 29 dicembre e poi da gennaio secondo un calendario in corso di definizione. Per rimanere aggiornati sulle visite si può consultare la pagina social del Complesso e della Cooperativa ParteNeapolis che cura le attività culturali.

 

Fonte e foto: il Mattino.it (foto di Sergio Siano)



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu