Napoli, manifesti curve contro ADL e calciatori: “Avete tradito un popolo che vi ha osannato”

Questa mattina, la città di Napoli si è svegliata tappezzata di manifesti firmati dalle Curve contro il Presidente, la squadra e i tifosi.

News
Articolo di , 12 Apr 2024
165
Foto Alessandra Silvestri

Questa mattina, le strade principali di Napoli sono apparse tappezzate di manifesti di protesta, firmati Curva A e Curva B, contro Aurelio De Laurentiis, i calciatori e la stampa.

La deludente stagione assurda

Che quest’anno sia stato a dir poco deludente per i tifosi azzurri è un dato di fatto. Che nell’ambiente ci sia un malcontento generale e davvero pochi spiragli positivi a cui aggrapparsi, pure. Dopo la storica vittoria dello scudetto nel corso della scorsa stagione, gioia conquistata dopo 33 anni di attese e di speranze, probabilmente nessuno si aspettava un’annata simile.

The Belliner Café: nel foyer del teatro Bellini di Napoli apre una buvette che evoca le atmosfere di un sogno

Il Napoli ha sorpreso tutti, ma in negativo. 3 i tecnici che si sono alternati sulla panchina azzurra per allenare una squadra che troppo spesso è apparsa allo sbaraglio. 48 i punti accumulati dalla squadra partenopea fino a questo momento, per un settimo posto che non può che far storcere il naso ai sostenitori. Gli ultras delle curve non ci stanno e mandano un messaggio ben preciso a giocatori, dirigenza e stampa.

La protesta delle curve

Eri simpatico quando scappavi in motorino, ma adesso ti è cascato di mano il tuo filmino. Dopo un anno sì da incorniciare, il tuo ego smisurato ha portato a sminuire un ambiente intero, un popolo che dalla fine dell’estate osserva e ascolta solamente pagliacciate, nessuna programmazione, solo buffonate. Il Napoli è tuo, si sa, ma non dimenticare che rappresenta una città che, con tutti i suoi problemi, ha sempre avuto dignità e non sarà certo uno scudetto che ci hai strappato tu dal petto a renderci silenti se poi ci manchi di rispetto“. Queste le dure accuse, firmate Curva A e Curva B rivolte al Patron della squadra, Aurelio De Laurentis.

Non possono essere definite parole al miele neanche quelle spese per i componenti della squadra azzurra: “Alla squadra cosa dire? Ci è bastato già capire che voi in questo campionato non ci avete mai onorato. In città siete arrivati da perfetti sconosciuti e non siete stati grati a chi vi ha reso fortunati, quando già trascorso maggio siete andati all’arrembaggio di un colore a voi assai caro, il verde scuro del denaro, tradendo un popolo che vi ha osannato abbandonando già la nave con in corso il Campionato“.

Infine, non manca una frecciatina alla stampa che, secondo gli ultras, è decisamente poco obiettiva: “E non ultima, alla stampa, qualche riga non ci manca. Troppe penne prezzolate in tribuna accomodate, asservendo fedelmente come piace al Presidente, senza nulla proferire sul problema ormai latente“.

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...