Napoli: intervento all’avanguardia al Monaldi, riparata valvola cardiaca senza intervento chirurgico

Paola Palmieri

Intervento all’avanguardia all’Ospedale Monaldi

Intervento all’avanguardia all’Ospedale Monaldi, effettuato su una paziente di 80 anni con scompenso cardiaco, una protesi cardiaca malfunzionante è stata riparata senza ricorrere a intervento chirurgico.

 

La procedura è stata eseguita all’Azienda Ospedaliera dei Colli presso la Uoc di Cardiologia e Utic “Vanvitelli”, diretta dal professore Paolo Golino. L’intervento  è stato eseguito dal dottor Maurizio Cappelli Bigazzi, emodinamista, coadiuvato dalle dottoresse Gemma Salerno, ecografista, e Maria Teresa Palladino, anestesista, con il supporto del personale infermieristico e dei tecnici di radiologia di sala, la paziente 15 anni fa era stata sottoposta a un impianto di valvola protesica biologica mitralica. L’operazione per la riparazione della valvola è stata eseguita inserendo all’interno della protesi una nuova valvola tramite la puntura della vena femorale, guidata da rilievi ecografici e angiografici.

 

Golino ha spiegato: “L’intervento rappresenta una valida alternativa alla chirurgia cardiaca tradizionale in pazienti ad alto rischio operatorio, infatti è stato ridotto sensibilmente il trauma e il decorso post operatorio. La paziente, due giorni dopo l’intervento, è stata dimessa”.

 

Antonio Giordano commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliera dei Colli spiega: “Si tratta di una procedura innovativa che è stata realizzata per la prima volta in Campania  perché  la valvola è stata posizionata in maniera totalmente percutanea, ossia senza ricorrere a una incisione transapicale del cuore, bensì procedendo mediante la puntura del setto divisorio tra gli atri cardiaci”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu