Napoli in fiamme, va a fuoco anche la riserva naturale degli Astroni!

Grande Napoli
Napoli in fiamme, va a fuoco anche la riserva naturale degli Astroni!
4 (80%) 1 vote

Non si arresta l’emergenza incendi a Napoli. Va a fuoco anche uno dei tesori naturali custoditi dalle Oasi del Wwf. Da  questa mattina le fiamme hanno attaccato anche la riserva naturale nel cratere degli Astroni,

Fino a questo momento sono bruciati circa 6 ettari di lecceta e macchia mediterranea. Le fiamme sono in espansione perché i nuclei di terra e l’elicottero arrivato sul luogo non sono in grado di spegnere le fiamme. Si è in attesa dell’arrivo di un canadair per cercare di risolvere la situazione. L’incendio è doloso!

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’ Oasi Cratere degli Astroni è un riserva naturale WWF sita a pochi passi centro di Napoli. Si tratta di un cratere spento che fa parte del più ampio cratere di Agnano, nell’ambito della grande area vulcanica dei Campi Flegrei.

Sul fondo del cratere si è venuto a creare un ambiente verdeggiante ed unico, qui si sono formati, a seguito delle eruzioni tre rilievi, il Colle dell’Imperatrice, i Pagliaroni e la Rotondella, e il duomo lavico della Caprara, e tre laghetti, Lago Grande, Cofaniello Piccolo e Cofaniello Grande, con vegetazione tipica delle zone lacustri (canne, giunchi, tife e salici).

Durante il periodo borbonico l’area fu sistemata e divenne uno dei siti di caccia del re, qui in particolare si cacciavano cinghiali e ai cervi.

Il cratere è inattivo dal oltre 3.700 anni quando si registrò l’ultima attività eruttiva. Sette in tutto sono state le eruzuoni di questo vulcano di cui la prima ca. 4100 anni fa.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu