Napoli dal cuore d’oro, raccolti in tempi record cibo e abiti per i migranti

Grande Napoli
Napoli dal cuore d’oro, raccolti in tempi record cibo e abiti per i migranti
5 (100%) 1 vote

Gara di solidarietà per i migranti, Napoli risponde alla grande raccogliendo aiuti in poche ore

Napoli ha risposto davvero alla grande alla richiesta di aiuti per i 463 migranti sbarcati domenica scorsa al porto ed ora ospiti in un centro di posillipo. In pochissime ore, i napoletani hanno sommerso la struttura con beni e servizi di ogni genere: vestiti, cibo, coperte mentre c’è chi addirittura si è offerto per cucinare per loro.

Una vera e propria gara di solidarietà che ancora una volta sottolinea la generosità di cui sono capaci i napoletani. Il Viminale ha, infatti, ringraziato con una nota tutta la popolazione partenopea e il lavoro messo su da studenti e volontari.

La città ha risposto compatta e solidale all’appello lanciato dal Comune di Napoli. Servivano prodotti di ogni genere, scarpe, indumenti, cuscini, coperte, alimenti per i minori ospitati nel centro San Francesco a Marechiaro. E così è stato, da ieri mattina una vera e propria processione di cittadini e volontari hanno sommerso la struttura tanto da rendere necessario l’appello inverso. È, infatti, opportuno fermarsi per organizzare al meglio gli aiuti ricevuti che risultano eccedenti rispetto al fabbisogno dei ragazzi. Il Comune di Napoli ha invitato la popolazione a contattare i servizi comunali per poter consentire raccolte mirate per i migranti.



Comments to Napoli dal cuore d’oro, raccolti in tempi record cibo e abiti per i migranti

  • non era da mettere in discussione che napoli avrebbe risposto con entusiasmo alla richiesta di aiuto per i migranti. E’ nella tradizione del popolo napoletano essere generoso con chi è in difficoltà. Questa propensione all’accoglienza ha profonde radici nella storia della città risalendo al ducato di napoli intorno all’anno 1000 quando napoli era città libera.Ciò sia diinsegnamento per i nostri connazionali del “””grande nord”” che alzano barricate per impedire l’accesso di 12 donne e 8 bambini. grazie

    ottavio amodio 25 ottobre 2016 13:35 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu