Napoli, con i monoclonali migliorano otto pazienti su dieci

Valentina Cosentino

 

Continua la sperimentazione a Napoli con gli anticorpi monoclonali come cura per il covid – 19. I dieci pazienti all’Ospedale del Mare curati con la nuova terapia hanno dato subito segnali di miglioramento e non hanno avuto bisogno di ricovero.

 

La terapia può essere somministrata nella prima fase del virus a malati asintomatici o con pochi sintomi, ma a rischio di peggioramento a causa di un quadro clinico complicato da patologie gravi.

 

 

Vincenzo Nuzzo, primario del reparto di Medicina sub- intensiva Covid del presidio di Ponticelli, così parla della cura: “ I risultati si vedono nel lungo periodo, ma fino a questo momento stiamo ricevendo una buona risposta  perché stiamo riducendo il ricovero di pazienti considerati ad alto rischio. Non è una terapia che può essere utilizzata a tappeto  bisogna individuare con attenzione i pazienti ” .

La nuova terapia blocca a proteina “Spike” del virus impedendo che possano insorgere forme più gravi di malattia. I pazienti dopo una diffidenza iniziale nei confronti di una terapia sconosciuta si affidano alla sperimentazione.

 

L’ASL Na1 ha intenzione di incrementare il ricorso a questo tipo di terapia e all’Ospedale del Mare si stanno attrezzando per iniziare la somministrazione con due anticorpi, al momento è attiva con un solo anticorpo.

 

Fonte: Repubblica.it



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu