Napoli, bilancio del primo maggio: vincono l’arte e il panorama

Valentina Cosentino

 

Un primo maggio che ha fatto registrare ancora tanti turisti in città che approfittando della giornata di sole anche se non particolarmente calda si sono riversati nelle strade e sopratutto sul lungomare.

 

Code si sono registrate al PAN, il palazzo delle arti di Napoli in via dei mille, per ammirare soprattutto la mostra di Escher in chiusura il 5 maggio.

 

Bene anche la mostra di Caravaggio a Capodimonte che chiude con quasi 1500 ingressi e naturalmente la mostra di Canova al MANN con 3100 ingressi.

 

Non è andata benissimo la prima giornata di applicazione della delibera comunale sulla proibizione di materiale plastico sul lungomare, peraltro poco presidiato e dove c’è stato un assalto di ambulanti di vario tipo.

 

Grande partecipazione al concerto in Piazza Dante dove sul palco si sono dati il cambio numerosi artisti che hanno animato la piazza gremita.

 

Tantissima folla anche in centro storico e sulla centralissima via Toledo dove molti negozi sono rimasti aperti.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu