Napoli: apre”The Spark” con tre piani dedicati ai libri, alla musica, alla creatività

Paola Palmieri

Inaugura oggi alle 19.00 The Spark un grande spazio su tre piani dedicato ai libri, alla musica, alla creatività situato a piazza Bovio 33 un luogo che mira a diventare anche un punto di riferimento per il design, la musica, la fotografia e la tecnologia.

 

Un “hub creativo”, dedicato ai libri e all’estro. Oltre infatti ai 25 mila volumi presenti in catalogo, il locale offre un intero piano (dei suoi tre) a laboratori di produzione e design per addetti ai lavori e neofiti, oltre a una sala per il coworking.

Domani, dalle 11 invece si terrà un “Open Day” di presentazione attività e sabato alle 12 partiranno conferenze e incontri. Primo ospite: Alessandro Barbero, per “Lezioni di Storia Festival”.

 

“The Spark” nasce un anno fa da un’idea di Michela Musto, giovane architetta napoletana che afferma: Ho lavorato a lungo a Londra all’università delle Arti. Ho deciso di tornare a Napoli per creare un luogo di contaminazioni e simbiosi, dove si abbracciassero più ambiti della cultura”. D’all’editoria alla fabbricazione digitale: uno degli spazi più interessanti è infatti una sorta di “SparkLab” (che Musto guida col collega Flavio Galdi), in cui ci sono quattro stampanti 3d: “Un designer può venire qui utilizzarle e produrre i suoi progetti”.

 

Qui è  possibile sottoscrivere un abbonamento settimanale o mensile, il lavoro può proseguire nell’apposita sala del coworking , dove si possono tenere riunioni coi colleghi, avere un proprio armadietto, commercializzare le proprie creazioni. Un esempio sono i tavolini della libreria, di materiale ecocompatibile e realizzati con le nostre stampanti 3d. Ai quattro dispositivi (ce ne è uno che lavora persino il cioccolato) se ne aggiungerà un quinto: lavorerà con la resina, utilizzata soprattutto per il settore biomedico. Le apparecchiature saranno utilizzate anche in laboratori per appassionati: un assaggio si potrà avere nell’Open Day di domani. Dalla tecnologia alla carta.

 

I libri sono il cuore pulsante di “The Spark”. Venticinque sezioni, da godersi seduti ai divanetti del bar interno e wi-fi libero. A The Spark ci sarà interazione tra clienti e librai, lettura e ispirazione possono influenzarsi l’un l’altra- L’obiettivo è avere disponibili subito titoli sia diffusi che di nicchia, con un occhio di riguardo alla letteratura napoletana: dai lavori di Rea, Ferrante e Striano, all’intera collana dei gialli ottocenteschi di Mastriani.

(Fonte la Repubblica.it)

Questo slideshow richiede JavaScript.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu