NAlbero, una golosa novità di cioccolato accoglie tutti i visitatori

Grande Napoli
NAlbero, una golosa novità di cioccolato accoglie tutti i visitatori
Vota questo articolo

Nalbero diventa luogo ideale per lanciare il futuro del cioccolato in Italia. Si stratta di stampante 3d ad hoc che permetterà di riprodurre qualsiasi forma con del purissimo cioccolato. Come riportato da Repubblica Napoli, il futuro del cioccolato è nel 3d, ne è sicuro Francesco Siciliano, dirigente 33 enne di “Flor do cafè”, la catena di supermarket napoletana con 14 punti vendita in città che proprio nel 2017 festeggerà i 70 anni di attività. All’interno dell’esercizio al piano terra di “Nalbero” (di cui la ditta figura tra gli sponsor), infatti, ha inaugurato la prima stampante 3d interamente dedicata alla fabbricazione diretta di cioccolatini e forme di marzapane.

 

“Il nome è ‘3d Print For Eat’ – dice Siciliano – ed è il primo esemplare che si vede in Italia”. In precedenza, infatti, prosegue Siciliano sono stati attuati dei test per un tipo di produzione simile, “ma questo è l’unico macchinario che finalmente supera la versione beta”. Curiosi e clienti osservano la precisione al millimetro con cui la puntina computerizzata disegna e foggia golose forme di cacao. Da un modellino a forma di moka, fino ad un’originale riproduzione del Vesuvio e del golfo di Napoli (entrambe realizzate su disegno dell’artista partenopeo Luca Ascione), fino ad una lumaca, un piccolo Buddha o un simpatico volto di Albert Einstein. In tutto, per il momento, una ventina di fantasie golose, tutte da ammirare e divorare. Se ne possono ordinare tre formati: piccolo (prezzo 5 euro, tempo di preparazione 15 minuti), medio (15 euro, pronto in 20) e grande (25 euro, pronto in un’ora).  “La stampante – prosegue Siciliano – arriva dalla Germania. Da sempre, Flor do Cafè ha una particolare predilezione e specializzazione nel settore dolciario, sia per la vendita di prodotti di prima qualità, che per la sperimentazione di nuove e interessanti proposte”. Mentre la stampante ricalca linea dopo linea un “cuore elicoidale” (praticamente impossibile da realizzare a mano), Siciliano spiega il funzionamento della macchina. “Attraverso una speciale app dal tablet, dispongo il tipo di lavoro e forma richiesta.

L’alimentazione è data da due normali cartucce di cacao o marzapane, materiale sempre trattato intorno ai 35 gradi per favorirne la duttilità”. la “3D Print For Eat” è solo il primo lancio di una nuovo modo di produzione e vendita di dolci e barrette. “Prossimamente – conclude il giovane dirigente –  mi recherò alla fiera internazionale del cioccolato in Germania, dove collauderemo un ulteriore device in grado di realizzare con lo stesso procedimento caramelle gelatinose, il cui impasto sarà vedano e anallergico”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu