Da Montella a Calitri, ecco cosa vedere in un week end in Irpinia

Grande Napoli
Da Montella a Calitri, ecco cosa vedere in un week end in Irpinia
Vota questo articolo

Tre giorni in Irpinia? Tutte le location consigliate per un mini tour della zona

La prima tappa del nostro viaggio è Montella, la patria della castagna Palummina, una delle specialità gastronomiche della Campania ( contraddistinta dai marchi Doc e Igp). A pochi chilometri sorge Nusco definito balcone dell’Irpinia, poiché dagli spalti del suo castello o dai viali che costeggiano il paese si può ammirare il vasto orizzonte che spazia dal massiccio del Vulture all’Appennino Dauno.

Passeggiando per il centro storico è facile imbattersi in portali di pietra, stemmi nobiliari, androni con cisterne, balconi in ferro battuto gradinate e vicoli acciottolati. Altra tappa irrinunciabile Bagnoli Irpino. Nel centro storico sorto intorno al castello normanno è possibile gustare e fare scorta del famoso tartufo, bianco e nero, sotto forma di crema da aperitivo o salsa da sugo.

Seguendo il corso del fiume Ofanto si costeggia il Lago di Conza, oasi Wwf frequentata da un’avifauna molto varia. Ansa dopo ansa, sorgono le case a schiera di Calitri. Nello storico Palazzo Zampaglione tutto è rimasto immutato dal 1700: sontuosi arredi, collezioni di ogni tipo e una cucina maiolicata con tanto di fornacella tradizionale. Il viaggio termina lontani “dalle catene di monti sfumanti e ondeggianti quasi nuvole dell’estremo orizzonte”. ( Giustino Fortunato).

Itinerario Consigliato

I giorno: Montella, Nusco
II giorno: Bagnoli Irpino, Lago di Conza
III giorno: Calitri
Durata e Periodo: week end in tutte le stagioni



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu