Meteo di San Silvestro, l’avviso degli esperti che nessuno si aspettava

Grande Napoli
Vota questo articolo

Secondo i principali modelli meteo (GSF, ECMWF), per l’inizio del nuovo anno SONO oggi CONFERMATI importanti movimenti a scala europea, con ripercussioni anche sul nostro Paese. Pare infatti che l’alta pressione possa spingersi molto a Nord dalla parte atlantica, raggiungendo quasi al Polo Nord e attivando, di conseguenza, la discesa sul lato opposto di aria gelida proveniente dal Circolo Polare Artico.

 

I primissimi giorni del 2019 saranno dunque verosimilmente all’insegna di un tempo stabile e nemmeno troppo freddo per il periodo, con valori oltre i 12/14°C, specie al Sud e sulle due Isole maggiori. Successivamente, subito dopo il 3/4 Gennaio, l’anticiclone migrerà ulteriormente verso la Scandinavia, favorendo la repentina discesa di aria di estrazione polare che giungerà in Italia grosso modo a ridosso della festività della BEFANA. Stiamo parlando di una massa d’aria piuttosto gelida (fino a -10°C a circa 1500 metri d’altezza), in grado di portare le temperature ben sotto lo zero, al dapprima al Centro-Nord, poi anche sulle nostre regioni meridionali, specie quelle del versante adriatico e ionico.

Ma non è finita qui. L’aria fredda in arrivo, infatti, potrebbe andare ad interagire con le miti e più instabili correnti atlantiche. Questo favorirebbe la formazione di minimi depressionari sul nostro Paese con conseguente inevitabile ritorno della NEVE fin sulle aree pianeggianti, specie nord-occidentali: sotto osservazione soprattutto Piemonte, Lombardia ed Emilia occidentale.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu