Rovesci si abbattono ancora su Napoli

Grande Napoli

Anche la NUOVA SETTIMANA sembra avere tutte le intenzioni di proporci l’ennesima fase di maltempo. Da lunedì 18 infatti, è atteso l’arrivo di un ALTRO CICLONE sospinto da correnti fresche nordatlantiche e alimentato da venti di Scirocco e Libeccio. Esso si avvicinerà al nostro Paese, dando il via ad un nuovo peggioramento che si attiverà soprattutto nella seconda parte del giorno, specie sulle regioni centro-settentrionali.

Massima attenzione soprattutto in serata e nella notte successiva in particolare tra Liguria e alta Toscana, quando si potranno creare le condizioni per lo sviluppo di temporali molto intensi, in grado di scaricare al suolo ingenti quantità d’acqua sotto forma di nubifragi. Sempre nel corso della notte forti piogge colpiranno anche il Lazio E Campania 

 

Successivamente il maltempo si estenderà ai settoritirrenici del Centro Sud, con possibili forti rovesci a Roma e Napoli, nonché sulla Sicilia. Purtroppo le previsioni indicano ancora la possibilità di acqua alta a Venezia anche a causa dei forti venti di Scirocco. Su questo avremo modo di tornare nei prossimi aggiornamenti.

Ma il tempo è destinato a rimanere perturbato anche al Centro, con rovesci e temporali in particolare sulla Toscana e sul Lazio, con importanti rischi per le città di Firenze e Roma. In serata piogge diffuse si spingeranno verso la Campania.

 

Lunedì 18 novembre, altre raffiche di burrascaprovenienti da Sud-Sud Est sulle regioni tirreniche e in particolar modo su Lazio, Campania, e su tutto il versante Adriatico specie settore centrale, Marche e Abruzzo. I mari saranno in burrasca, specie Tirreno centrale e Adriatico centro-meridionale. Martedì 19, altro ulteriore peggioramento. Un nuovo vorticetransiterà tra la Sardegna e l’Italia centrale richiamando altri venti forti da quadranti sud-occidentali. Confermate altre raffiche superiori a 70-80 km/h su tutte le regioni centro-meridionali. Quanto bisognerà attendere per una tregua? Forse, da giovedì 21 novembre potrebbe concretizzarsi una parentesi più tranquilla.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu