La visita notturna al mercato del pesce “n’copp e mmur”

Mercato-ncopp-e-mur-di-Napoli

La tradizione culinaria Napoletana è estremamente affezionata a tutti i prodotti provenienti dal mare e c’è da sempre un legame intrinseco che lega i partenopei al mare del golfo e al suo pescato.
Durante le festività natalizie grande risalto viene dato ai piatti di mare, che  sono il nostro fiore all’occhiello; Napoli città di mare, dove un tempo centinaia di pescherecci e gozzi ritornavano all’alba per vendere il pesce pescato ai numerosi mercati esistenti.
Ma ce n’è uno in particolare che è il più famoso e caratteristico e che attrae nei giorni in cui viene fatto centinaia di persone, non solo napoletani ma anche stranieri, ed è il mercato del pesce natalizio di Porta Nolana, o meglio di Vico Soprammuro, detto anche il mercato ‘ncopp e mura.
Ma da dove prende questo particolare nome? Il mercato è situato lungo una parte della vecchia cinta muraria della città, fatta erigere dagli aragonesi; infatti la famosa porta Nolana, con le sue due torri, non era altro che una porta di accesso alla città per i forestieri che provenivano dai paesi vesuviani.

La tradizione di comprare il pesce la notte del 23 e del 30 dicembre  è tipica degli abitanti della nostra città; anguille e capitoni, polpo e tutti i frutti di mare sono i prodotti più in vista di questo mercato, che diventa un insieme di odori, luci e colori senza precedenti.
Si respira la tradizione e sembra di ritornare indietro nel tempo, respirando quell’aria di una Napoli spettacolare, senza i problemi che ogni giorno viviamo.
Siamo andati nella notte del 30 a visitare il mercato e speriamo tramite le foto scattare di farvi vivere la stessa atmosfera che abbiamo vissuto noi…

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu