Mega Yacht nelle acque del golfo, il porto di Castellammare fa il pieno di Vip

Paola Palmieri
Mega Yacht nelle acque del golfo, il porto di Castellammare fa il pieno di Vip
5 (100%) 1 vote

Affluenza di Vip al Porto di Castellammare

 

Il porto di Castellammare di Stabia è ormai approdo di grandi imbarcazioni, e fa il pieno dei gioielli della nautica sopra i 50 metri, appartenenti nella maggior parte dei casi a Vip.

 

Il motivo di  questa affluenza sembra la scelta dell’Autorità portuale del Tirreno Centrale di dedicare a questo tipo di imbarcazioni e turisti il porto stabiese, porta d’ingresso alla Penisola sorrentina, a poche miglia da Capri, sbocco a mare di Pompei, oltre alle caratteristiche tecniche del molo.

 

Il molo riesce ad attrarre un turismo prestigioso, infatti nei mesi scorsi sono approdati a Castellammare tra gli altri, il principe saudita MoḥAmmad, con una flotta di 5 superyacht; il pilota di Formula 1, Lance Stroll, a bordo del 97 metri “Faith” . E ancora, Claudia Schiffer ha festeggiato il suo compleanno; Jim Clark, proprietario della società Netscape, a bordo dell’Athena, 92 metri a vela. Oggi è ormeggiato a Castellammare il 104 metri “Quantum Blue” di un armatore russo.

 

Nel 2016 la società «Stabia Mainport», costituita da Luise group e i fratelli Raffaele e Alessandro Esposito di Castellammare, presenta all’Autorità di sistema portuale Tirreno Centrale un progetto di conversione della banchina commerciale (molo di sottoflutto) in approdo per mega yacht.  I lavori partono nel  2017 quando partono anche quelli per convertire la banchina e creare i servizi necessari: colonnine per la corrente elettrica, fornitura di acqua, servizio antincendio e ormeggio. Per questo, vengono utilizzate le cime delle corderia di Castellammare, società del ministero della Difesa e sua fornitrice.

 

Il molo ribattezzato «Stabia Mainport» oggi è l’unico in Italia in grado di ospitare barche fino a 165 metri, capace quindi di intercettare navi che in Italia finora erano costrette a rimanere in rada oppure a fermarsi  negli scali commerciali.

 

(Fonte il sole 24ore.it) 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu