“Mare Fuori 3”, Giovanna Sannino alias Carmela: “Il mio personaggio maturerà”

"Mare Fuori 3" presto in arrivo su Rai 2 e su RaiPlay. Le dichiarazioni di Giovanna Sannino durante il Social World Film Festival 2022.

Arte e Cultura
Articolo di , 24 Gen 2023
1845

L’attesa ormai è terminata, la fiction che ha conquistato un Nastro d’argento e che ha scalato la top ten di Netflix sta per ripartire con la sua terza stagione.La serie televisiva “Mare Fuori”,  ambientata nell’Istituto di Pena Minorile di Napoli  liberamente ispirato a quello di Nisida, torna a conquistare i piccoli schermi di Rai 2 in data 15 febbraio per ben 6 prime serate. I primi 6 episodi saranno in disponibili anteprima su RaiPlay a partire dal 1° febbraio.

Giovanna Sannino, attrice napoletana che ricoperto il ruolo del personaggio Carmela – la ragazza madre e fidanzata del detenuto Edoardo – è stata premiata durante dodicesima edizione del Social World Film Festival, la Mostra Internazionale del Cinema Sociale per la direzione artistica di Giuseppe Alessio Nuzzo che ha avuto luogo a Vico Equense dal 3 al 10 luglio. In tale occasione ha rilasciato diverse dichiarazioni in merito all’approccio che ha usato per costruire il suo personaggio ed ha compiuto diverse riflessioni.

Giovanna Sannino, il suo rapporto con i social e con il suo personaggio 

Che rapporto hai con i social?

“Io sono social ma il giusto, senza esagerare. Sono una ragazza e come tutti mi piace pubblicare qualche foto sul set ma non con eccessiva frequenza. Sono stata anche hackerata più volte e questo avvenimento l’ho vissuto come un segnale di stop. Noi siamo attori, non influencer. Bisogna mantenere le cose separate e non unirle. Non mi piace ridurre il mio lavoro a delle storie o dei post su Instagram”.

Com’è cambiato il rapporto con i fan?

“A me è stato più lento l’arrivo di questo calore, essendo piccolo il mio personaggio nella prima stagione. È arrivato adesso con grande sorpresa e gioia, a me viene ancora da ridere quando mi fermano per strada per fare delle foto. “Mare Fuori” ha ottenuto grande affetto non solo dai piccoli ma anche dai più grandi perché mandiamo non solo un messaggio sociale ma anche umano perché siamo dei ragazzi che vogliono vivere la loro vita a pieno. Ci sta questo doppio livello: detenuti che cercano una speranza e ragazzi normali che vogliono realizzare i loro sogni”.

Come ti sei approcciata al tuo personaggio e come lo hai realizzato?  

“Per costruire questo personaggio sono partita dalla mia esperienza personale di vita. Nella vita sono stata Teresa, ho lavorato per tanto tempo all’IPM di Nisida. Il set di Mare Fuori è stata la conclusione di un personaggio, perché sono uscita dal carcere minorile e sono giunta sul set della serie TV. Ho provato grande consapevolezza nella creazione del personaggio, sento la responsabilità di portare le storie dei ragazzi che ho conosciuto in ogni progetto che realizzo. È bello e difficile allo stesso tempo. “Mare Fuori” ti insegna a non giudicare e non assolvere completamente. Se giudichi ti punti il dito contro da solo e non entri nei suoi panni, se assolvi non denunci le difficoltà di quella realtà. Bisogna restare sempre in bilico e raccontare le cose per come sono”. 

Qual è la scena più divertente che hai girato sul set?

“La scena più divertente è stata quella del parto. Ho seguito un corso preparto. Poi mi sono emozionata tantissimo quando mi hanno messo tra le braccia il bambino sporco di sangue, mi vengono i brividi solo a ripensarci”.

Qual è la parola d’ordine per raggiungere i propri obiettivi nella vita?

“Per me è fame. Io vedevo che ai miei ragazzi dell’IPM di Nisida mancava una fame positiva di vita e di cose belle. Loro erano pronti a rischiare tutto, era naturale passare da un istituto ad un altro. Se hai fame, invece, hai voglia di cambiare la tua strada. Mio padre faceva parte di una famiglia di provincia di Napoli in cui era quinto di sei figli. Mia nonna era sarta, mio nonno era operaio. La possibilità di sbagliare era alta. Ma a lui gli è stata insegnata la fame e la voglia di riscatto. Se ci sta la fame di vita, ci sta la voglia di superare i nostri limiti e di realizzare anche gli obiettivi che sembrano impossibili”.

Un aspetto che non condividi di Carmela?

“Non condivido la passività e la sottomissione di Carmela. Lei porta in scena uno spaccato di vita che sembra arcaico e passato mentre in realtà è ancora ricorrente ed attuale. Lei non ha nessuna voce in capitolo, ha sempre la testa china, non si interessa di cosa fa Eduardo. Non mi riferisco soltanto ai tradimenti con Teresa ma proprio alle criminalità che compie. Carmela non si interessa del fatto che lui sia un fuorilegge e non si ribella mai alle mancanze di rispetto. Questo lo trovo vergognoso e ripugnante. Io nella vita sono innamorata dell’amore e sono molto passionale ma penso che a tutto ci sia un limite e che non bisogna annullare se stessi come fa Carmela. Purtroppo molte parole al giorno d’oggi vengono sprecate e purtroppo ci sono ancora tante donne che vivono come Carmela. Per me è importante raccontarlo, sento il peso della responsabilità su questo personaggio”.

Cosa cambierà nella terza stagione di “Mare Fuori”?

Tutti i personaggi cresceranno e matureranno. Il mio personaggio, Carmela, ha seguito delle tappe della vita: nella prima stagione era una ragazzina incinta, nella seconda stagione era madre e nella terza seguirà uno sviluppo molto complesso. Carmela è una ragazza madre il cui figlio non è nato dall’amore bensì da un errore di gioventù. Lei, tuttavia, nella seconda stagione ama tantissimo il figlio che ha messo al mondo”.

 

Foto di copertina tratta dai profili ufficiali del Social World Film Festival

Foto scattata da Fabio Punzo

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...