Mappatella Beach: il progetto di rinascita con zattere a mare e sdraio sugli scogli

Paola Palmieri

Il nuovo progetto per la rinascita di Mappatella Beach

 

Mappatella beach è la famosa spiaggetta situata davanti alla Rotonda Diaz sul lungomare di Napoli.

 

Il progetto di rinascita del posto per riorganizzare l’intera area è dell’ex assessore comunale alla Risorsa mare Daniela Villani, attuale presidente della Onlus “Riprendiamoci napoletani “. Questa nuova idea, lanciata dall’assosociazione da lei presieduta e in collaborazione con in collaborazione con lo studio di progettazione NaDD-Project -Napoli Design District”,  prevede,  zattere e pontile (realizzati in materiali riciclabili) che permetterebbero di fruire del mare gratuitamente e senza rischi per la salute e servizi disponibili sia sul pontile, lungo circa 2000 metri quadrati, sia sulla spiaggia attrezzata con spogliatoi, locali wc e docce.

 

Dalla pagina Facebook di Daniela Villani leggiamo che la proposta “Il paradiso sotto casa “ è la materializzazione del sogno di molti cittadini, di potersi bagnare serenamente nelle acque azzurre del golfo di Napoli godendo dello spettacolare paesaggio naturale delle nostre baie mozzafiato.

Il progetto propone tre soluzioni diverse e temporanee ed indipendenti tra loro

1) “hallo zatterò” una o più zattere in materiale riciclato ed intelligenti ormeggiate oltre le scogliere ed alle quali si arriva a nuoto o con una barchetta, a remi o pedalò.

2) il pontile attrezzato anch’esso montato stagionalmente su scogliera ed organizzato in un susseguirsi di “oasi” dotate di attrezzature per relax e di numerose discese a mare(all’interno e all’esterno)

3) spiaggia attrezzata e regolamentata con possibilità di usufruire oltre ai soliti servizi basics docce e wc, anche di Campus estivicon attività ludico e sportive Acquatiche esclusivamente in forma individuale. Oltre alle semplici stuoie possibili ombrelloni, sdraio, gazebo e Lettini.

 

Fermo restando la possibilità di accesso gratuito alla spiaggia. La proposta è applicabile nella sua interezza oppure solo in parte, e soprattutto è replicabile ovunque in Campania ci siano le condizioni per la sua realizzazione. Inoltre la costante erosione delle spiagge favorirebbe più che mai l’istallazione di soluzioni creative come quelle qui proposte. Recuperare l’esistente, restituire il diritto al mare in modalità sostenibile ed a basso impatto ambientale, creare un mare di opportunità di lavoro. Riuso, Rigenerazione, Progettazione al servizio della nostra magnifica Regione Campania.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu