Maltempo, il sindaco risponde a uno studente che chiede di chiudere le scuole: “Se scrivete così non posso”

San Giorgio a Cremano, allerta meteo e pioggia abbondante. Il sindaco risponde a uno studente che chiede la chiusura delle scuole: "Se scrivete così non posso".

News
Articolo di , 29 Set 2022
5043
Foto Facebook Giorgio Zinno Sindaco

Allerta meteo: scuole aperte o scuole chiuse? È questo il problema.

Ogni volta che viene emanata un’allerta meteo dalla protezione civile della Regione Campania, infatti, numerosi sindaci si trovano dinanzi questo dilemma.

Il maltempo prolungato degli ultimi giorni, nei quali si sono susseguiti numerosi avvisi, sicuramente non ha giovato alla serenità dei sindaci dei comuni napoletani e campani.

La discussione sulla necessità di chiudere o meno le scuole in caso di forte maltempo, nella giornata odierna, riesce comunque a strappare un sorriso, grazie a un episodio raccontato dal sindaco di San Giorgio a Cremano.

“Piove troppo assai, chiudi le scuole”

Non è una scena del film Io Speriamo che me la cavo, ma un singolare episodio raccontato dal Giorgio Zinno, sindaco della cittadina San Giorgio a Cremano (NA), sulla sua pagina Facebook.

Il sindaco posta lo screen della chat con un ragazzo che gli chiede di chiudere le scuole per l’allerta meteo: “Per favore sindaco chiudi le scuole. Sta piovendo troppo assai“; il primo cittadino ribatte: “Troppo assai? E come le chiudo le scuole se scrivete così? Dovreste andarci anche il pomeriggio”.

A corredo della foto, che fa ridere ma anche riflettere, lo sfogo di Zinno:

Emergenza meteo tra il serio e il faceto…e il comico. Cari concittadini, anche stasera passo qualche ora a rispondere a ragazzi o ragazze che mi chiedono di chiudere le scuole. Rispondo tentando di far capire che si chiudono solo nel caso in cui abbiamo materialmente atti che comprovano un reale pericolo. A qualcuno rispondo cercando di far capire che prima viene l’educazione e poi si può contattare qualcuno, mentre con altri instauro battibecchi pseudo-comici come quello del post. Se chiudiamo abbiamo i genitori contrari e quelli a favore. Se chiudiamo e non piove, siamo folli perché chiudiamo con il sole. Se non chiudiamo e piove, siamo irresponsabili perché non abbiamo previsto la pioggia. Quando mi sono candidato tutto pensavo, tranne di dover imparare a prevedere il tempo e non come i meteorologi che possono sbagliare, ma con la precisione di un orologio svizzero. Quando eravamo piccoli noi, non sapevamo neanche cosa fosse l’emergenza meteo. Quando eravamo piccoli noi, non sapevamo neanche chi fosse il Sindaco, figurati potergli scrivere o parlargli. Quando eravamo piccoli noi, se davamo il “tu” a un vicino o ad un prof. i nostri genitori ci davano paterni scappellotti, senza avere assistenti sociali dietro la porta“.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...