Lungomare liberato, una rivoluzione tutta partenopea

Grande Napoli

Il mare ed il cittadino sono sempre più vicini, a separarli solamente una sottile striscia di scogli. Accade a Napoli dove il primo cittadino Luigi De Magistris ha voluto ridurre il divario fra gli abitanti del capoluogo partenopeo ed il golf che avvolge la città nel suo caldo abbraccio.

In principio, la ZTL era sorta per dare spazio ai diversi eventi, poi, successivamente, è esplosa con l’iniziativa in estate soprannominata proprio “Lungomare liberato” dove via Caracciolo è stata letteralmente sommersa da artisti di strada e acrobati del fuoco, nonché da tornei quotidiani di basket e tennis, il tutto completamente gratuito, accompagnato da salutari passeggiate in bici e wi-fi gratuito. Artisti del borgo e sfilate di moda, impreziosite da gare sportive hanno accompagnato i cittadini in questo tuffo virtuale nell’azzurro del mare, ammirato spesso solamente di sfuggita dai finestrini delle proprie autovetture.

In seguito, poi, si sono succedute la coppa Davis e altri tornei sportivi, mentre spettacoli e wi-fi gratuiti sono stati assicurati per tutto il mese di ottobre. Insomma, il lungomare interessato ha avvicinato i cittadini al mare della propria città e attirato numerosi turisti, entusiasti di passeggiare tranquillamente e godersi un aperitivo tra i tanti bar presenti nella zona.

Insomma, Napoli si arricchisce di un nuovo gioiello: il suo mare. Non solo quindi cronaca nera connota la città, ma anche una bellezza del mare che non ha uguali, né precedenti. Basta osservarla con gli occhi del sole e la si vedrà svestita di stracci e avvolta di sogni. Bisogna andare più in là con lo sguardo lontano, lì dove il mare si fonde con il cielo fino a diventare un tutt’uno con il fragore delle stelle.

 

Maria Anna Filosa

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu