Le spiagge pubbliche a Napoli: andare a mare in città a costo zero

Valentina Cosentino
Le spiagge pubbliche a Napoli: andare a mare in città a costo zero
Vota questo articolo

Andare a mare a Napoli sappiamo che è ormai possibile, revocati diversi divieti di balneazione, istituite le aree marine protette e ripristinati i lidi pubblici in città vi sono a disposizioni del popolo dei bagnanti del fine settimana tantissime possibilità per regalarsi una giornata di mare a costo zero.

 

Tra il lungomare, Posillipo e Bagnoli tanti sono i lidi, ma accanto ad essi non mancano, per chi vuole rinunciare a qualche piccola comodità le spiagge libere.

Vediamo dove sono e come raggiungerle.

Bagnoli

Spiaggia appena restituita alla città, qui è possibile però al momento approfittare solo del litorale per l’elioterapia, permanendo il divieto di balneazione a causa della mancata bonifica del fondale. Il comune ha appena ripristinato anche i servizi come le docce e provveduto a pulire la spiaggia libera.

Largo Nazario Sauro

In piena città, tra via Santa Lucia e accanto a Castel dell’Ovoqui, è possibile prendere il sole sugli scogli, è anche possibile fare il bagno seppure l’accesso al mare non sia del tutto agevole.

Spiaggia Colonna Spezzata

Tra il Borgo Marinari e il lungomare di via Caracciolo, dal 2012 completamente balneabile,n turisti e cittadini sono attratti da questo specchio di mare, che può regalare sollievo nel tran tran quotidiano.

Spiaggia Rotonda Diaz

Mappatella Beach o Lido Mappatella è la spiaggia degli scugnizzi napoletani, libera ed libera ed attrezzata. grazie al Servizio Risorsa Mare. Dichiarata balneabile dallo scorso anno. Affollata, ma sempre suggestiva, ma sopratutto qui si fa un bagno come tradizione comanda!

Largo Sermoneta e Spiaggia delle Monache (Posillipo)

Piccolissime spiaggia libera tra Mergellina e Posillipo, raggiungibili solo in barca, ma la tranquillità e l’acqua pulita sono garantite.

Riva Fiorita – Acque minerali (Posillipo)

E’ forse uno dei luoghi più suggestivi di Posillipo, tra gli stabilimenti e i lidi, piccoli scogli incastonati tra le ville private sui quali trascorrere incantevoli giornate nel blu del mare di Posillipo. Qui si arriva via mare da Marechiaro con una barchetta che vi lascerà nel punto desiderato, oppure arrivare da terra da una discesa da via Ferdinando Russo

Palazzo degli Spiriti

Bisogna arrivare sulla piccola spiaggia nei pressi delle rovine di Palazzo degli Spiriti  per tuffarsi nello specchio d’acqua in cui i più ardimentosi si tuffano proprio dalla cima del palazzo. Qui si può stare sugli scogli o sulla piccola spiaggia e godersi uno dei mari più puliti della città.

Spiaggia della Gaiola (Posillipo)

Sicuramente la spiaggia di Gaiola è il posto più famoso e suggestivo per fare il bagno a Napoli. Qui la spiaggia è libera, il mare garantito dall’area marina protetta e si può accedere sia da mare che da terra. Si può approfittare per una giornata di mare della Baia di Trentaremi o del piccolo molo e degli scogli proprio nei pressi della Villa della Gaiola. E’ ovviamente molto affollata e a numero chiuso nel weekend, è necessario esibire un documento per l’accesso da terra.

 



Comments to Le spiagge pubbliche a Napoli: andare a mare in città a costo zero

  • questo meritano i napoletani?in quale citta del mondo si è privatizzato il mare?da portici a pozzuoli 1 milione di cittadini devono dividersi pochi metri di costa peraltro senza servizi poi le tv mostrano i bambini nelle bagnarole nelle strade ai Quartieri e cosa devono fare i turisti per godersi il ns mare? andare nelle isole o penisola sorrentina e arricchire concessionari . ps l’ amministrazione comunale ha nominato una responsabile sic!!!!

    gui 20 giugno 2017 10:38 Rispondi
    • purtroppo, hai perfettamente ragione!

      roberto 23 giugno 2017 13:37 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu