Le pietre d’inciampo a Napoli per la memoria della vittime del nazifascismo

Valentina Cosentino

 

Da questa mattina anche Napoli avrà le sue pietre d’inciampo. Le Stolpersteine, le pietre di inciampo appunto, sono un’opera artistica concepita  dall’artista tedesco Gunther Demnig in memoria delle vittime del nazifascismo.

 

Si tratta di blocchi di pietra quadrati  di 10 centimetri di lato, ricoperti di ottone posti davanti all’ultima residenza delle vittime deportate  con i loro nomi incisi, la data di nascita ed il luogo e la data di deportazione oltre a quello della morte.  Le prime pietre d’inciampo furono collocate a Colonia nel 1992 per poi diffondersi in tutta Europa. A Roma furono collocate nel Gennaio del 2010.

 

A Napoli sono dedicate alla memoria di Amedeo Procaccia, Iole Benedetti, Aldo Procaccia, Milena Modigliani, Paolo Procaccia, Loris Pacifici, Elda Procaccia, Luciana Pacifici e Sergio Oreste Molco,membri della comunità ebraica partenopea arrestati e deportati ad Auschwitz. Le pietre saranno poste a Piazza Bovio all’altezza del numero 33.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu