Ecco l’antidoto all’arsura, in Campania è record di produzioni artigianali

Grande Napoli
Ecco l’antidoto all’arsura, in Campania è record di produzioni artigianali
Vota questo articolo

Un mercato in costante crescita su tutto il territorio regionale

Vive un vero e proprio momento di gloria il mercato delle produzioni artigianali di birra. Sono 50 le etichette campane per un mercato che raggiunge i 13 milioni di ettolitri prodotti in un anno.

La birra è da sempre la bevanda preferita per sconfiggere le elevate temperature dei mesi estivi, perfetta per accompagnare pizze e cibo di strada che tanto piacciono a giovani e meno giovani campani.

Tirando un po’ le somme, scopriamo che in Campania sono moltissimi i birrifici artigianali di ultima generazione. Con 135 mila posti di lavoro, il business della birra spinge l’Italia al terzo posto in Europa, dopo Regno Unito e Germania, per numero di produzioni artigianali. Da Capri a Napoli passando per il Cilento e per le zone di Caserta e Avellino, i microbirrifici sono talmente radicati che nella scorsa primavera è partito da Salerno un corso di formazione teorico e pratico per assaggiare la birra.

Anche in Senato si sono accorti dell’importanza del nuovo mercato. Una legge italiana, infatti, definisce ‘birra artigianale’  la birra prodotta da piccoli da piccoli birrifici indipendenti non sottoposti, durante la fase di produzione, a processi di pastorizzazione e microfiltrazione.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu