La Tv francese dedica un servizio alla fabbrica della pasta di Gragnano

Paola Palmieri

La tv francese al pastificio di Gragnano

 

Il primo canale della Tv francese” TF 1″, ha dedicato un bellissimo servizio dedicato ai pastai di Gragnano di Napoli, eredi di una tradizione che risale alla fine del XVI secolo.

 

La troupe televisiva ha visitato la “Fabbrica della Pasta”di Gragnano, mostrando così il funzionamento delle trafile in bronzo che producono ogni giorno quintali di pasta in vari formati, secondo un metodo antichissimo.

La nascita della “Città della pasta” a Gragnano risale al 1845, quando Ferdinando II di Borbone accordò agli artigiani di Gragnano, il privilegio di fornire alla Corte tutte le paste lunghe. Oggi, su un territorio di circa 15 km vengono realizzati giornalmente 15 quintali di pasta IGP (Indicazione geografica protetta) , pari a tre milioni di piatti, per un fatturato annuo di 300 milioni. Oltre il 75% della produzione viene esportata all’ estero. Gragnano è – secondo dati del 2019 – all’ 11/esimo posto a valore tra le DOP e le IGP nazionali.

 

Il titolare della fabbrica Antonino Moccia, ha guidato le telecamere francesi nei laboratori dell’azienda, dove si tramandano da generazioni in generazione tutti i segreti dell’ arte dei pastai, portando poi la troupe televisiva nel “Museo della Pasta”, nato circa 10 anni fa. Un meraviglioso percorso storico con circa 500 attrezzi industriali antichi, dal ‘700 in avanti, che sono appartenuti nei secoli alla famiglia di pastai di Gragnano. Da 10 anni, il Museo è visitato da turisti e scolaresche, e ha ottenuto anche il secondo premio al “Corporate Heritage Awards”.

 

Dal gennaio 2019 il Consorzio dei produttori (Consorzio Gragnano città della pasta), che raccoglie 14 imprese, è diventato Consorzio di tutela IGP.

 

(Fonte Ansa.it)

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu