La storiella delle statue del Palazzo Reale di Napoli

Grande Napoli

C’è una lunga discussione che va avanti dalla fine dell’Ottocento tra le statue del Palazzo Reale di Napoli.
Carlo V d’Asburgo, indicando una pozza d’acqua a terra esclamò: chi a fatto pipi qui a terra?. Carlo III di Borbone risponde: “Io non ne so niente“, mentre Gioacchino Murat ribatte: “sono stato io, e allora?”. A questo punto, l’intervento di Vittorio Emanuele II è il più drastico, sguaina la spada e urla: “ora te lo taglio (eviriamolo)”.

Queste straordinarie statue, ormai hanno un ruolo importante nella città  di Napoli, sono opere che vivono in città , con la città . Si trovano a Piazza del Plebiscito, dove spesso si possono ammirare anche piccoli scugnizzi giocare a pallone, in fondo anche la storiella sottolinea l’aspetto umano dei regnanti eliminando ogni alone di sovrana regalità .



Comments to La storiella delle statue del Palazzo Reale di Napoli

  • e ne hanno visto di cose quelle statue,ah se potessero parlare…….

    tony arno 7 febbraio 2009 15:59 Rispondi
  • la storiella la raccontava mio padre 70 anni fa. Io l’ho raccontata ai miei figli 40 anni fa e oggi la racconto ai miei nipotini.

    ottavio amodio 6 novembre 2016 20:08 Rispondi
  • Molto carina, l’abbiamo letta in classe stamattina.

    La 3.C 25 gennaio 2017 13:05 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu