La Sartoria Napoletana la numero uno nel mondo

Curiosità
Articolo di , 12 Mar 2009

Come per la musica e come per la cucina, la città  di Napoli e la sua provincia sono conosciute in tutto il mondo per l’arte sartoriale.
Stile, fantasia, eleganza: anche questo è Napoli, la sartoria napoletana è una leggenda.

I sarti napoletani sono dei veri purosangue del settore, la maggior parte è cresciuta all’ombra del vesuvio seguendo le antiche tradizioni della sartoria partenopea.

Città  e provincia sono piene di piccole e grandi sartorie che tramandano nel tempo una antica tradizione sartoriale fatta di eleganza classica e gusto del particolare. Gli abiti, soprattutto maschili, sono confezionati con raffinatezza e ricercatezza. Importanti anche le camicie su misura e le cravatte, tutti prodotti che hanno creato marchi famosi anche all’estero.

L’abito confezionato a mano,fa impazzire tutti, non c’è cosa più bella di farsi un abito che vesta a pennello. A Napoli,si sa,il gusto e l’eleganza del vestire sono qualità  innate. Forse questo avviene perchè qui, per tradizione,l’apparenza ha un’importanza fondamentale, sartorialmente si cura il più piccolo dei particolari.

Anni fà , la domenica a via dei Mille, la strada “chic” di allora, c’era un continuo passeggio ed incrociarsi di sguardi, per valutare com’era vestito Tizio e com’era vestito Caio. Si osservava il taglio,la giuntura delle maniche,la morbidezza con cui erano attaccate le spalle,la scioltezza della vita che non doveva essere troppo segnata,la larghezza del bavero,le rifiniture,la piega dei pantaloni,ed il generale “aplomb” dell’intero vestito.
Il sarto su misura sarà  sempre un privilegio di pochi, di una èlite. Ma sarà  lui, sempre, il modello di riferimento ed a lui si ispirerà  anche la produzione in serie, quando vorrà  perfezionarsi”. Così Raffaele La Capria ci racconta della consolidata tradizione sartoriale partenopea che viene rinnovata ancor oggi da abili operatori il cui gusto è riconosciuto in tutto il mondo. Fra il 1930 ed il 1935 Napoli era ancora da considerare la centrale europea dell’eleganza.L’artigianato trionfava. A Napoli c’erano i migliori sarti, sarte celebri, calzolai superiori a quelli inglesi”.

La sartoria napoletana è unica perchè coniuga la perfezione artigianale del prodotto fatto a mano, da mani e menti napoletane, con uno stile aziendale, riconoscibile dal taglio.

In fine vorrei solo ricordare un pò di nomi che hanno fatto storia della sartoria mondiale: Kiton, Mariano Rubinacci, E. Marinella, Eddy Monetti, Mario Valentino, Isaia Napoli, Cesare Attolini, Mario Muscariello, Luigi Borrelli, Sartoria Paone.

Una replica a “La Sartoria Napoletana la numero uno nel mondo”

  1. ro ha detto:

    bellissimo articolo. mio nonno ਠstato un grande sarto napoletano, che “purtroppo” ha avuto scarsa capacità  imprenditoriale, e volevo approfittare commentando questo articolo per ricordarlo al meglio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...