La ricetta del Ragù di carne dello chef Antonino Cannavacciuolo

Grande Napoli
La ricetta del Ragù di carne dello chef Antonino Cannavacciuolo
3 (60%) 2 votes

Questi sono tutti i segreti dello chef per un Ragù fatto a regola d’arte. Lo preparate anche voi così?

Il Ragù di carne non ha segreti per le nonne e le mamme napoletane. Ogni famiglia ha la sua ricetta e, a parte delle regole base, le preparazioni possono differire di casa in casa. Proprio per questo vi sottoponiamo la ricetta del Ragù dello chef stellato Antonino Cannavacciuolo. Ecco come un piatto della tradizione napoletana diventa un piatto da tre stelle Michelin.

 

Ingredienti:

  • 1kg e 1/4 di carne di manzo primo taglio (a carnevale di maiale)
  • 5 cl di olio
  • 75 gr di sugna
  • 75 gr di lardo
  • 100 gr di pancetta
  • 100 gr prosciutto crudo
  • 2 spicchi d’aglio
  • 450 gr di cipolle
  • 25 cl di vino rosso secco di Gragnano (in mancanza altro vino rosso secco)
  • 250 gr di concentrato di pomodoro o conserva
  • 75 cl di passata di pomodori San Marzano
  • un ciuffo di prezzemolo

Procedimento

Premessa: si dovrebbe preparare il ragù un giorno prima in modo che i sapori si leghino e che una parte del grasso rappreso in superficie venga eliminato.

Preparo la carne inserendo la metà de prosciutto tagliato a listarelle, il prezzemolo e il pepe, poi la lego con uno spago in modo che si mantenga unita durante la cottura.

Faccio un battuto con il prosciutto rimanente, la pancetta, il lardo, un po’ di prezzemolo e l’aglio.

Sminuzzo finemente le cipolle, dopo di ché faccio scaldare in un tegame, meglio se di coccio, i grassi: olio e sugna. Verso le cipolle e le faccio appassire, mescolando continuamente: devono diventare almeno un terzo del loro volume iniziale.

Quando si sono consumate e iniziano a imbiondire, aggiungo il battuto che avevo preparato prima con il lardo, la pancetta, il prosciutto, l’aglio e il prezzemolo e alzo la fiamma.

A questo punto unisco la carne e la faccio rosolare uniformemente su tutti i lati. Abbasso un po’ il fuoco e verso il vino rosso facendolo evaporare. È il momento di aggiungere il concentrato di pomodoro o la conserva diluita in mezzo bicchiere d’acqua: lo faccio andare fino a che non diventa di un bel rosso scuro.

Unisco la passata di pomodoro, sale e un po’ d’acqua o brodo di carne e mi preparo ad attendere. La salsa deve bollire fino a quando non sarà densa e scura. In genere ci vogliono 6-7 ore di cottura: il sugo deve sobbollire lentamente, anche se la parola più corretta sarebbe “pippiare”.

 

 

Fonte Dissapore



Comments to La ricetta del Ragù di carne dello chef Antonino Cannavacciuolo

  • il ragù napoletano non si fa col primo taglio, ed il prosciutto nella tradizione napoletana non è mai esistito. naturalmente la preparazione a base di carne qui presentata ha tutta l’aria di essere eccellente 🙂

    federico santacroce 26 settembre 2017 13:35 Rispondi
    • Condivido il ragù napoletano è altra storia…..anche se come ricetta è da provare. Le ricette della tradizione non si toccano, non si modificano….nel caso si dà altro nome alla ricetta o si evidenzia il “rivisitato”. Sono napoletana e cucino da 45 anni e la tradizione non si tocca si tramanda così come è

      Sabrina 30 settembre 2017 12:30 Rispondi
  • Ma la ricetta come finisce?

    Ivan 3 ottobre 2017 19:41 Rispondi
  • Sarà sicuramente buono come sugo,ma no chiamarlo Ragú Napoletano,perchè non ci azzecca niente.

    Peppe 16 ottobre 2017 15:12 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu