La cultura oltre il coronavirus: il MANN chiude, ma dà appuntamento on-line

Da venerdì 6 novembre e sino al 3 Dicembre sarà chiuso al pubblico il MANN, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, a seguire le recenti direttive del Governo per contrastare la diffusione del coronavirus.

 

Il Direttore del Museo Paolo Giulierini si esprime così al riguardo: “Sentiamo la responsabilità del momento. A lavoro con sempre più passione“.

 

Infatti, con prodotti digitali innovativi sarà preservata l’interlocuzione con pubblico, scuole ed Istituzioni di tutte le parti del mondo, proprio per continuare a promuovere il patrimonio artistico.

E senza trascurare i giovani fan e follower.

 

Tra le numerose iniziative, sui canali social Facebook e YouTube saranno fruibili gli Incontri di Archeologia, già previsti dal programma 2020: il 12 Novembre (ore 16) Antonio Scognamiglio parlerà di tecniche e conoscenze del restauro, mentre il 26 Novembre (ore 16) Matteo D’Acunto narrerà le origini di Cuma.

 

E non si fermano, ma anzi proseguono, le attività di restauro, i cantieri, gli allestimenti per mostre future, e la progettazione tutta.

 

MANN at work, pertanto.

 

Resta attiva, inoltre, la comunicazione con gli abbonati OPENMANN, che avranno l’opportunità non solo di recuperare il periodo di chiusura con un rinvio della scadenza della card, ma anche di ricevere gli aggiornamenti sui principali eventi social.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu