La Certosa di San Lorenzo a Padula, la regina del turismo religioso

Alla scoperta della Certosa di Padula

Cosa vedere
Articolo di , 03 Giu 2021

Tra le incredibili meraviglie nascoste in Campania non può non figurare la Certosa di San Lorenzo a Padula, nella provincia di Salerno.
Si tratta di un complesso architettonico così notevole che nel 1998 l’UNESCO l’ha giustappunto definito patrimonio dell’Umanità.

La Certosa di San Lorenzo a Padula

La Certosa di San Lorenzo, nota anche come Certosa di Padula, è uno dei siti campani più amati dal turismo religioso. In realtà, però, anche coloro i quali non sono mossi da interesse mistico si dirigono nel comune, poiché la struttura è incredibilmente suggestiva e rappresenta un esempio d’arte da non sottovalutare.

Risalendo al 1306, si tratta del primo monastero certosino sorto in Campania. Fu fondato da Tommaso di San Severino e fu dedicato a San Lorenzo.

Si tratta di una costruzione prevalentemente in stile barocco, con qualce traccia sporadica trecentesca.
L’edificazione conta ben 350 stanze, occupando una superficie di 51.500 m². Quindicimila di questi ultimi sono impegnati soltanto dal chiostro, il quale è per questo motivo il più grande al mondo. Vi sono tre chiostri, una chiesa, un giardino e un cortile.
Anche l’edificazione in toto risulta infatti molto vasta. Al mondo è seconda soltanto alla Certosa di Grenoble in Francia.

L’impianto architettonico, seguendo la regola certosina che prevede lavoro e contemplazione collocati in posti differenti, è divisibile in due zone. Nella prima vi sono i luoghi di lavoro. Nella seconda è sita la sezione nella quale risiedono i monaci.

Il chiostro (curato ed enorme), la biblioteca (decorata con mattonelle di ceramica Vietrese) e la Cappella (adornata con marmo prezioso) servono per la vita culturale e religiosa. E sono separati da cucina, cantine di vino, lavanderie e campi dove lavorare ed effettuare opere manuali.

A inizio Ottocento, i francesi soppressero la Certosa. Il risultato di ciò si vede tutt’oggi, con spazi vuoti diffusi per il territorio.

Come raggiungere la Certosa di Padula

Per chi vuole arrivare alla Certosa in auto partendo da Nord, la strada migliore è quella offerta dall’autostrada Salerno-Reggio Calabria. Va quindi imboccata l’uscita Padula-Buonabitacolo, proseguendo poi lungo la strada nazionale SS 19.
Mentre la stazione più vicina è quella di Sicignano degli Alburni.

 

Immagine: turismoitinerante.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...