La biografia a fumetti di Matilde Serao: tra scorci di Napoli, il Vesuvio, i fiori, i caffè e il Mattino

“Matilde Serao. La voce di Napoli” è il titolo della biografia a fumetti dell’indimenticata scrittrice e giornalista partenopea Matilde Serao, biografia appena uscita per BeccoGiallo editore. È il racconto in disegni e dialoghi di tutti gli amori della Serao: dal giornalismo al Vesuvio, alle amiche, alla vita mondana.

Arte e Cultura
Articolo di , 29 Mag 2024
253
copertina "Matilde Serao. La voce di Napoli"

“Matilde Serao. La voce di Napoli” è in libreria dal 24 maggio. Dopo le due anteprime al Centro per il libro e la lettura di Roma e al Salone del libro di Torino, la biografia a fumetti della giornalista napoletana viene presentata a Napoli e poi passa ad occupare gli scaffali di tutte le librerie.

“Matilde Serao. La voce di Napoli” in disegni e dialoghi

In copertina c’è il disegno della scrittrice de “Il Ventre di Napoli” ritratta dietro la sua scrivania, con quell’espressione audace di chi fondò un giornale e lo diresse, contro ogni disparità di genere. Siamo sul finire del 1800 e Matilde Serao fu la prima in Italia: prima ci fu il “Corriere di Roma” e poi, sempre insieme a Edoardo Scarfoglio, socio e marito, la Serao fondò il quotidiano “Il Mattino”.

Reggia Express, torna il treno storico che collega Napoli con la Reggia di Caserta

I testi sono curati dalla scrittrice e giornalista Francesca Bellino, che ripercorre alcuni momenti della vita di Matilde Serao, quelli più illuminanti per le giovani giornaliste di oggi, insieme a momenti più faticosi, forse, ma anche a quelli più leggeri, fatti di caffè con un’amica in un pomeriggio assolato.

Si tratta del racconto di una vita tratteggiata, nel vero senso della parola, attraverso i disegni dell’illustratrice Lidia Aceto, artista che riprende la giornalista napoletana lì dove era più a suo agio, dove era più sé stessa, e cioè tra angoli di Napoli, sotto il Vesuvio, tra i fiori e i caffè, e dietro la sua macchina da scrivere.

Un fumetto per arrivare ai più giovani, e ispirarli

“Matilde Serao per me è un angelo custode, un’ombra, una sorella, una fonte di ispirazione, una donna da ammirare, una maestra, una madre. Insomma, è tante cose e tutte molto preziose, per questo un giorno ho sentito che dovevo fare qualcosa per diffondere la sua storia a un pubblico ampio e variegato.

Il linguaggio del fumetto mi è sembrato il più adatto per andare anche verso i più giovani che non hanno mai digitato i tasti di una macchina da scrivere, né mai visto una tipografia, né sono abituati a maneggiare e leggere i giornali di carta.

È nato così un fumetto dedicato alle giornaliste che verranno e che rende omaggio all’anima da cronista di Matilde Serao che ha scritto instancabilmente fino al giorno della sua morte”.

Francesca Bellino, sul suo profilo Instagram, presenta così il suo racconto a fumetti sulla vita di Matilde Serao, e contemporaneamente chiarisce il perché della scelta di affiancarlo al disegno. L’intento del libro è quello di avvicinarsi ai ragazzi, di raccontare loro la vita della giornalista napoletana per eccellenza, una vita fatta di difficoltà ma anche di traguardi mai prima raggiunti.

L’intento è quindi quello di avvicinarsi a loro servendosi di un linguaggio visivo che è immediato, per intercettarli attraverso una forma ai più giovani molto familiare, quella delle immagini, quella a cui questi si espongono con più frequenza, quotidianamente.

E mentre la scrittrice di “Matilde Serao. La voce di Napoli” racconta ciò che ha rappresentato e che rappresenta per lei la Serao e illustra la scelta felice e condivisa del fumetto, l’illustratrice Lidia Aceto (sempre dal suo profilo Instagram) mostra, tramite una serie di schizzi, i retroscena di un libro che prende vita:

La figlia Nonò, la vita mondana e i caffè letterari, le risate con l’amica Eleonora Duse, le mattine in redazione, la disciplina, il Vesuvio e il mare, la passione per i fiori, la paura, la miseria, le delusioni, la forza e l’audacia.

Queste scene di vita quotidiana tratteggiate a matita e tutti i testi del fumetto vogliono quindi restituire l’immagine e la personalità di una donna esplosiva che non si è mai data per vinta, che ha percorso strade nuove e che, conoscendola meglio, può così ispirare donne e uomini a dire la propria, a esercitare il libero arbitrio, a non arrendersi, a cambiare la regola.

Whatsapp Canale Whatsapp Canale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti consigliamo anche

Vivere Napoli

Visitare Napoli in 3 giorni

Come visitare Napoli in 3 giorni? Tutto quello che c'è da fare e vedere...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi, tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...