Ischia si candida al Patrimonio Mondiale dell’Umanità

Valentina Cosentino
Ischia si candida al Patrimonio Mondiale dell’Umanità
Vota questo articolo

Il percorso sarà lunghissimo e l’Isola Verde dovrà vedersela con illustri candidati, ma in questi giorni è stato fatto il primo passo per candidare Ischia come patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO.

 

L’iter comincia con la delibera della giunta comunale dell’assessore Francesco Rispoli e un procedimento d’intesa tra i sei comuni dell’isola,

 

Così si legge nella delibera:  “Ischia è stata la prima colonia greca dell’intero Mediterraneo occidentale e come le altre isole dell’arcipelago campano è stata  crocevia importante delle varie culture che si sono affacciate sul Mare Nostrum.  Anche dal punto di vista naturalistico e paesaggistico l’isola rappresenta un unicum per la straordinaria varietà delle sue risorse in grado di proporsi come patrimonio dell’umanità vieppiù per la presenza del Regno di Nettuno Area Marina Protetta istituita con Decreto del Ministero dell’Ambiente la cui istituzione è condivisa con la vicina isola di Procida”. “Il riconoscimento  dell’isola di Ischia come patrimonio dell’umanità  costituirebbe uindubbio vantaggio in termini di immagine; consentirebbe di rafforzare la conservazione ma anche la valorizzazione attiva del medesimo patrimonio culturale, naturale e paesaggistico; sarebbe da stimolo allo sviluppo di un’economia sostenibile.”

 

E’ ora necessario costituire un comitato che porti avanti tutte le pratiche per la candidatura. Comitato di cui farebbero parte i sei sindaci e un pool di esperti di discipline storiche, paesaggistiche e ambientali.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu