Solfatara: installato un nuovo impianto di monitoraggio per eruzioni

Paola Palmieri
Solfatara: installato un nuovo impianto di monitoraggio per eruzioni
Vota questo articolo

Un nuovo impianto ideato dall’Osservatorio Vesuviano è in funzione da pochi giorni nella Solfatara, utilizzato per monitorare di continuo le specie gassose.

 

Un nuovo impianto ideato dall’Osservatorio Vesuviano è in funzione da pochi giorni nella Solfatara di Pozzuoli, utilizzato per monitorare di continuo le specie gassose, ed è stato posizionato in un casotto di legno situato vicino alla fumarola della bocca grande. Un nuovo metodo per analizzare i gas in tempo reale, e che permette di conoscere lo stato di evoluzione della caldera. Il gas viene prelevato direttamente dalla fumarola della bocca grande, e successivamente incanalato in un tubo, poi si essicca e analizza nello spettrometro. I dati si acquisiscono digitalmente e vengono registrati di continuo per poi essere inviati via radio al centro di monitoraggio.

 

Il professor Giuseppe De Natale, dirigente di ricerca dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha spiegato: «Finora per conoscere le variazioni di concentrazione dei gas nelle fumarole, che sono importantissime per determinare l’eventuale afflusso negli acquiferi superficiali di fluidi magmatici, bisognava effettuare prelievi periodici e poi analizzare i gas prelevati in laboratorio – Quindi, si perdevano del tutto le eventuali variazioni a breve periodo, che sono invece importantissime per il monitoraggio puntuale di un vulcano attivo. Oggi possiamo. invece, monitorare in maniera continua oltre dieci specie gassose che sono importantissime per definire in tempo reale lo stato del vulcano e le sue eventuali variazioni. Un passo in avanti questo per prevedere eruzioni». (Fonte il Mattino.it) 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu