Infrastrutture: Bei finanzia cifra record per l’Alta velocità Napoli- Bari

Sveva Di Palma

Un finanziamento inaspettato, da record quello concesso dalla Banca Europea per gli Investimenti (Bei). I provvedimenti perfezionati negli ultimi giorni a sostegno dell’economia italiana prevedono, infatti, delle cifre esorbitanti. L’emergenza sanitaria, come ben sappiamo, ha messo in ginocchio il settore degli investimenti e persino le infrastrutture. Ed è esattamente per questo che il piano stabilito concede un miliardo e 700 milioni da investire per i danni dovuti al Covid e per le grandi infrastrutture. 

 

La cifra maggiore, un miliardo appunto, è stata ragionevolmente devolta alla sanità. 700 milioni, invece, finanziano la tratta Alta velocità Napoli-Bari. Parliamo, dunque, del più grande finanziamento nella storia della BEI a un singolo progetto in tutta Europa. Il finanziamento a favore della Repubblica italiana avrà come beneficiario finale Rete Ferroviaria Italiana (Rfi), la società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane che sta realizzando l’infrastruttura. I treni viaggeranno a massimo 200 km/orari, portando il tempo di percorrenza della tratta Napoli-Bari da 3 ore e 50 minuti a due ore. Le due principali città del sud saranno, dunque, collegate direttamente e velocemente, rendendo gli spostamenti semplici e celeri. La forza lavoro necessaria, inoltre, fornirà occupazione a moltissimi lavoratori. In un’epoca di emergenza, possiamo solo gioire.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu