Incendio Vesuvio: la situazione è critica

Valentina Cosentino
Incendio Vesuvio: la situazione è critica
Vota questo articolo

 

Continua a bruciare da questa mattina il Parco Nazionale del Vesuvio, un disastro naturalistico immane, alberi bruciati ed migliaia di animali morti, un ecosistema distrutto. Un fronte di fuoco di oltre due km continua a lambire anche le case dei comuni vesuviani. A Torre del Greco e Trecase sono state evacuate abitazioni ed in ristorante.

 

Il fumo avvolge il vulcano e si vede da ogni parte del golfo, a Pompei negli scavi i turisti scattano le fotografie a quella che sembra quasi un’eruzione.

 

Più focolai, probabilmente dolosi, coinvolgono Boscotrecase, Trecase, Ercolano, Terzigno, Ottaviano, Torre Annunziata, i principali sono due, il primo parte da Ercolano ed il secondo da Ottaviano.

Il sindaco di Ottaviano in un comunicato stampa invoca l’emergenza nazionale. Diversi sindaci come anche a San Giuseppe Vesuviano hanno emanato una serie di ordinanza per cautelare la popolazione, invitando tutti a rimanere in casa con le finestre chiese e fornendo numeri di emergenza per chi accusasse difficoltà respiratorie.

 

Sono al lavoro per domare il fuoco tutte le forze disponibili, la Protezione civile della Campania sta coordinando le attività di spegnimento, tutti tra dipendenti regionali, e volontari supportano i Vigili del fuoco all’opera. Operano al momento un S64 e due canadair, altri mezzi aerei sono stai richiesti, ma molti sono già impegnati su altri fronti di fuoco nazionali.

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu