In viaggio per Salerno, discute con la moglie e l’abbandona in autostrada sulla corsia di emergenza

Una vicenda a metà tra il surreale e lo spietato: la coppia era partita dalla provincia di La Spezia, a bordo il figlio di 6 anni.

News
Articolo di , 07 Giu 2021

A seguito di un litigio con la propria moglie, un uomo l’ha abbandonata sulla corsia di emergenza di un’autostrada, nei pressi di Brugnato, al confine tra la Liguria e la Toscana.

La consorte, ingannata, è scesa dall’autovettura su richiesta dell’uomo ipotizzando si trattasse di una pausa del viaggio, ma ben presto ha scoperto l’amara realtà: l’auto col marito al volante si è allontanata immediatamente, lasciandola sola ed incredula sulla corsia di emergenza.

Per fortuna il tratto di strada dove è andato in scena lo spietato abbandono era prossimo ad un Autogrill: ed è lì che la donna, nonostante lo smarrimento, si è recata cercando un primo aiuto. Ed ha avuto la lucidità di condividere che non solo il marito in fuga era ubriaco al volante; ma che aveva avviato la sua fuga portando con sé il loro figlio minore.

La signora protagonista di questa incredibile vicenda era partita col marito in auto dalla provincia di La Spezia con direzione Salerno, e sul sedile posteriore alloggiava proprio il figlio di soli 6 anni. E così, una volta partiti, avevano iniziato la loro feroce discussione, complice lo stato d’ebbrezza in cui versava il capofamiglia. Di lì a poco, il bimbo avrebbe assistito in diretta all’abbandono della mamma in autostrada.

A primo colpo una storia che sembra sconfinare nell’irreale, eppur tuttavia, di fronte alle evidenze, gli operatori del 113 hanno dovuto constatare una bizzarra quanto inquietante realtà dei fatti.

Il misfatto ha avuto luogo tra il 2 ed il 3 giugno sull’autostrada E80: la protagonista della sventura, dopo aver allertato le forze dell’ordine, ha poi chiamato un taxi per recarsi alla stazione ferroviaria di La Spezia.

Nel contempo, la polizia ha avviato una caccia serrata al fuggitivo, che essendo in condizioni di ebbrezza rappresentava a tutti gli effetti un pericolo pubblico. Basandosi sulle indicazioni fornite dalla donna, gli agenti hanno per fortuna intercettato l’uomo al casello di Aulla, fermando la sua folle corsa proprio nella provincia di Massa-Carrara.

(fonte firenze.repubblica.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti consigliamo anche

Links utili

Visitare Napoli in 3 giorni

Tre giorni a Napoli consentono di visitarne i monumenti principali e di assaporare una...

Visitare Napoli in 2 giorni

In due giorni a Napoli si ha il tempo sufficiente per visitare i monumenti...

Visite guidate a Napoli

Napoli è una città ricca di storia e arte che offre tanti di siti...

Locali a Napoli

Sono tanti i locali a Napoli dove poter trascorrere le serate e divertirsi tra...

Mercatini a Napoli

Sono tanti mercatini a Napoli dove fare shopping e trovare capi a basso prezzo!...

Dove dormire a Napoli

Da qualche anno a questa parte l’offerta turistica per il pernottamento a Napoli si...

Dove mangiare a Napoli

Napoli è una città che offre una molteplicità di soluzioni diverse per mangiare, per...

Cosa fare a Napoli

Napoli è la città del mare, del Vesuvio, e della pizza, e c’è tanto...

Napoli di notte

Napoli è ricca di luoghi in cui poter trascorrere le serate dal centro storico,...

Cosa vedere a Napoli

Napoli città d’arte. La città offre una molteplicità di siti monumentali, aree verdi, scorci...