Il rider derubato devolve in beneficenza metà dei fondi raccolti

Assume connotati sempre più positivi l’evolversi della storia scaturita dall’episodio di aggressione ai danni del rider a Napoli, Gianni, che si trovava a Calata Capodichino ed è stato accerchiato ed aggredito da 6 ragazzi che gli hanno rubato il motorino.

 

Episodio di violenza ripreso col telefonino da una persona nei pressi, che ha innescato una raccolta fondi per consentirgli di ricomprare lo scooter.

Lo scooter è stato ritrovato tuttavia all’esterno della casa di uno degli aggressori.

Ma Vincenzo Perrella, tra gli organizzatori della raccolta fondi, ha voluto devolvere ugualmente il ricavato alla vittima.

Ed è così che il rider ha riavuto lo scooter da parte della polizia, ed ha deciso di dare in beneficenza la metà dell’importo raccolto on line. Fondi raccolti per un totale di 11.000 euro attraverso la piattaforma gofundme.

 

Un gesto di solidarietà nella solidarietà, teso a rappresentare un ringraziamento per tutti coloro che si sono attivati nelle ultime ore a suo favore.

 

Così Vincenzo Perrella sul suo profilo facebook: “Eccomi con Gianni! Ha accettato il 50% dei fondi a lui dedicati ed il restante in beneficenza ad associazioni che nei prossimi giorni vi saranno indicate! Ancora un forte Grazie a voi“.

 

Non ultimo, dopo aver dichiarato di aver lavorato come macellaio per 30 anni, Gianni ha ricevuto anche una proposta di lavoro in una macelleria.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu