Il presidente della Regione Campania sulla fase 2: il piano economico e sanitario

Valentina Cosentino

 

Il presidente De Luca in diretta FB annuncia le misure che la Regione Campania sta mettendo in campo per le fase 2. Il primo invito del presidente è a tutti i cittadini di avere pazienza perchè l’ondata di ritorno del contagio resta un pericolo.

 

La Regione, come più volte annunciato, sta lavorando  in maniera graduale alla ripresa delle attività economiche. La ripresa va programmata  nell’ambito delle decisioni del governo nazionale, in particolare la ripresa andrà di pari passo con la predisposizione di un piano di sicurezza sanitaria.

 

Ieri sono incominciati gli incontri con reparto edile dei balneatori e della nautica, la settimana prossima sono previsti gli incontri con il comparto del turismo. Contemporaneamente la Regione lavora per definire un protocollo di sicurezza per tutti in maniera tale che quando si potrà ripartire si possa aprire in condizioni di sicurezza per tutelare per non richiudere. per tutelare lavoratori e cittadini.

 

Contestualmente la Regione sta varando un piano di monitoraggio e screening sul territorio. Lo screening  non si potrà chiaramente fare per tutta la popolazione. Il presidente, inoltre spiega la posizione della Regione sui test sierologici la cui efficacia non è stata validata dal ministero della Sanità, così come per i test rapidi.

 

La regione si muoverà così: in primo luogo si stanno moltiplicando i tamponi effettuati e analizzati  nelle strutture pubbliche azione; con un secondo step  si procederà con i tamponi ai familiari dei cittadini che sono in isolamento domiciliare per evitare contagli sui familiari, si provvederà rifare screening sulle case di cura per anziani, si moltiplicheranno i tamponi sul personale sanitario e saranno estesi alle forze dell’ordine, e alle fasce deboli della popolazione e a chi ricomincia attività produttive. Con un bando pubblico sono stati individuati anche una serie di laboratori privati per moltiplicare i luoghi di analisi su tamponi verificati.

 

Si lavora inoltre per dedicare alcuni ospedali sono ai pazienti Covid per consentire a tutti gli altri ospedali  l’attività ospedaliera ordinaria. A tal fine saranno destinati soprattutto  gli ospedali modulari, così da non Così non ci sarà promiscuità tra pazienti covid ed altri malati.

 

Contestualmente la Regione sta distribuendo in maniera graduale mascherine della regione in maniera gratuita prima alle farmacie poi, grazie ad un’intesa con Poste Italiane che, gratuitamente, in confezioni da due faranno arrivare a tutte le famiglie le mascherine così da rendere agevole l’obbligo al loro uso dal 3 maggio.

Dopo questa prima distribuzione gratuita saranno in vendita alla metà del costo di produzione in supermercati, edicole ed altri esercizi.

 

Il piano economico prevede un supporto alle attività commerciali che per le ordinanze sono rimaste chiuse (pizzerie, librerie, pasticcerie ecc.), è previsto un contributo di 2000 euro per il quale si potrà richiesta già dal prossimo 2o aprile. Sarà attiva dalle ore 10.00 la piattaforma per presentare richieste e sarà attiva per 10 gi0rni. I contributi saranno erogati già prima del termine previsto per la presentazione.

 

Un bonus di 1000 euro è previsto anche per i professionisti che dal 24 Aprile alle ore 10.00 sempre sulla piattaforma della regione potranno farne richiesta.

 

Bonus sono previsti, e le procedure di erogazione sono già allo studio o in corso, per le pensioni minime, per l’assistenza ai disabili, per le famiglie in grave stato di indigenza ed altre categorie i cui dati sono già in possesso della Regione.

 

I fondi di questo piano economico da circa 900 milioni di euro vengono dal Fondo Sociale Europeo, dai fondi FESR che è stato possibile riprogrammare da interventi strutturali per spostarli su interventi sociali, dai fondi del bilancio regionale e del fondo di sviluppo e coesione su cui per ora ci sono rtardi da parte del Mministero per il Mezzogiorno.

 

Alcuni bandi sono già on line sul sito della Regione che si invita consultare Regione Campania Piano Socio Economico



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caricando...
Menu